Breaking news

Sei in:

Quote rosa: ok del governo dal 2015

Il 30% di donne nei consigli di amministrazione delle società quotate in Borsa. Ora il voto del Senato

MILANO – Il governo ha ritirato il parere negativo sull’emendamento sulle quote rosa (30% di donne) nei consigli di amministrazione delle aziende quotate in Borsa o a partecipazione pubblica. Il provvedimento si è così sbloccato alla commissione Finanza al Senato, dopo che martedì l’esecutivo – accogliendo le perplessità degli industriali – si era opposto all’entrata a regime dal 2015 proponendo il 2018. Il governo ha quindi ritirato il parere negativo all’emendamento Germontani sui cui si riconosce l’intera Commissione e questo ha consentito di approvare il disegno di legge sulle quote rosa che ora andrà in aula dopo il voto bipartisan dei mesi scorsi alla Camera.

ITER – Comunque, in caso di approvazione – che secondo alcuni analisti a questo punto non è affatto scontata – il testo dovrà tornare a Montecitorio. Martedì in commissione erano già state ammorbidite le sanzioni: non più la decadenza immediata dei consigli di amministrazione che non rispettano la legge, ma prima una diffida poi una multa e, solo alla fine, la decadenza.

Corriere.it – 9 marzo 2011

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top