Breaking news

Sei in:

Rovigo. Asino aggredito a sangue da tre randagi. I cani di grossa taglia sono scappati: ricerche di vigili e carabinieri

Un episodio improvviso e isolato. I tre cani di grossa taglia hanno colpito nel cortile dell’abitazione di via Verdini a Pincara, hanno ferito un asino e si sono dileguati. Non ci sono precedenti e neppure segnalazioni successive. E successo ieri mattina, qualche minuto dopo le 8.30. È stato il poprietario dell’animale aggredito stesso a chiamare i carabinieri.

Segnalando quanto accaduto. Ha provveduto anche a chiamare il veterinario, che ha prestato le prime cure al somaro. L’animale è stato ferito in più punti e morso a sangue, ma si è difeso meglio che ha potuto e la sua vita non appare a rischio.

Sono state subito messe in atto tutte le ricerche dei tre cani. Della questione è stato interessato il cinovigile dell’Ulss 18, ma subito dopo l’attacco i cani si sono allontanati e non ci sono stati avvistamenti successivi. Dal primo racconto del proprietario dell’asino l’attacco è stato molto violento. Ha colpito il fatto che i cani, oltre che di grossa taglia, fossero anche molto aggressivi. Per il padrone dell’asino comunque non ci sono state conseguenze fisiche della vicenda. La centrale operativa dei carabinieri, mentre i colleghi della pattuglia di Fiesso Umbertiano accorrevano sul posto, ha girato la nota anche ai colleghi di Rovigo e di tutte le stazioni vicine. Così che se i tre cani fossero stati notati, avrebbero potuto essere catturati per evitare potenziali situazioni di pericolo. Se davvero gli animali sono così aggres sivi – e di certo non era stato l’asino ad andare in cerca di loro – sarebbe meglio per una persona sola, magari anziana, o per un bambino, non trovarseli davanti. Al momento non si conosce la provenienza degli animali, se siano scappati di recente o se si tratti di randagi di lungo corso. Sono tutti interrogativi ai quali i carabinieri, ma anche il personale sanitario addetto, stanno cercando risposta in queste ore.

Il Gazzettino di Rovigo – 26 gennaio 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top