Breaking news

Sei in:

Sanità sotto esame. Bloccati i premi ai manager delle Asl piemontesi. L’assessore Saitta: rilevate irregolarità nei bilanci, congelati 400 mila euro

Maurizio Tropeano. Il giudizio della Corte dei Conti sui bilanci 2012 e 2013 delle aziende sanitarie e ospedaliere del Piemonte è arrivato nei giorni scorsi sul tavolo dell’assessore alla salute. Antonio Saitta ha iniziato a leggere le carte e verbale dopo verbale (uno per ogni azienda) si è trovato di fronte ad un quadro generale di «criticità» che l’hanno convinto a chiedere alla giunta Chiamparino (la delibera sarà discussa questa mattina) di congelare i premi di risultato per direttori generali e commissari relativi al 2012.

Si tratta di una cifra che complessivamente vale circa 400 mila euro «che per quanto mi riguarda, non trovo giusto concedere soprattutto dopo le osservazioni dei giudici contabili».

Valutazione dei magistrati

Che cosa c’è scritto in quelle carte? Secondo Saitta ci sono almeno un paio di osservazioni critiche che riguardano tutti i bilanci delle aziende sanitarie. La prima: emergono gravi irregolarità suscettibili di specifica denuncia «nonché disfunzioni del sistema e criticità gestionali tali da rendere necessario e opportuno» inviare una segnalazione alla regione per «stimolare l’adozione di misure correttive». La seconda: il ritardo dell’approvazione dei bilanci (l’AslTo2, ad esempio, ha dato il via libera 304 giorni dopo la scadenza prevista) ha comportato conseguenze sulla programmazione e sui controlli che ha generato «incertezza nella rappresentazione dei fatti gestionali» con lo spostamento in avanti dei problemi di bilancio. che potrebbero portare a peggioramento spostato in avanti.

Per gli uffici è tutto ok

La legge prevede che l’assegnazione del premio di risultato (massimo il 20% del trattamento economico base compreso tra 120 e 124 mila euro) sia legata agli obiettivi assegnati dalla Giunta Cota. Secondo gli uffici gli obiettivi sono stati raggiunti. Il via libera degli uffici dell’assessorato è arrivato dopo aver acquisito il parere delle conferenza dei Sindaci o dei Presidenti di Circoscrizione. I pareri formulati, tranne qualche eccezione, erano stati tutti favorevoli o mal formulati. Tra i negativi, da segnalare quello dei presidenti di circoscrizione della città di Torino nei confronti del direttore dell’Asl To1 Giovanna Bricarello.

Le conseguenze

Secondo Saitta «applicando la delibera Cota-Monferino la quota integrativa è sostanzialmente al massimo per tutti». L’assessore fa alcuni esempi: 100% della retribuzione ai direttori delle Asl To3, To5, Cuneo 2, Mauriziano. Per il commissario dell’Asl To1 il 95% e l’86,25 per il direttore. A Biella al commissario verrebbe riconosciuto l’80% e al direttore l’85. Al commissario di Alessandria il 90% e al direttore il 92,5%. E ancora: Città della salute 80% per il commissario e 85% per il direttore. Al San Luigi 70% per il commissario e 77,5% per il direttore.

Lo stop

«Dal mio punto di vista – spiega l’assessore – il pagamento dei premi di risultato non è un atto dovuto soprattutto dopo la lettura dei giudizi della Corte dei Conti». E aggiunge: «Secondo gli uffici i direttori hanno rispettato gli obiettivi fissati dalla giunta Cota che però erano a dir poco generici, cioè equilibrio economico-aziendale e riorganizzazione della rete ospedaliera». Soprattutto «erano stati formulati senza prevedere una concreta misurazione dei risultati». Perplessità rafforzate dai giudizi dei giudici contabili «che non posso ignorare». Da qui la scelta di congelare la decisione sui premi di risultato perché «prima di assegnare 400 mila euro di premi io credo sia necessario tener conto delle valutazioni e delle criticità rilevate dalla Corte su chi ha formulato quei bilanci».

La Stampa – 7 settembre 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top