Breaking news

Sei in:

Sardegna. Sì al vaccino, e anche in fretta, per combattere subito la lingua blu. L’appello arriva dalle associazioni agricole

E’ il  messaggio lanciato da Confagricoltura, Cia e Coldiretti. Chiarezza, innanzitutto: per le organizzazioni che rappresentano il mondo delle campagna in Sardegna è importante che gli allevatori facciano vaccinare i capi perché questo è l’unico modo per proteggere il patrimonio ovino. Una risposta, anche indiretta, a chi chiede lo stop ai vaccini anche alla luce dell’ultima inchiesta della procura di Roma.

“E’ assolutamente necessario – hanno spiegato questa mattina in una conferenza stampa – non confondere quello che è successo nei primi anni Duemila, quando l’uso del vaccino vivo attenuato provocò l’insorgenza di ingenti effetti collaterali, e l’attuale campagna in cui viene somministrato un vaccino spento che, è scientificamente dimostrato, non comporta nessun effetto collaterale”. Battista Cualbu, presidente di Coldiretti, ha ribadito che il punto di riferimento è sempre il protocollo nazionale che, come rimedi anti lingua blu, parla di vaccino e disinfestazione. “Ma siamo in ritardo – ha detto – non riusciamo a capire perché in province come quella di Sassari siamo all’80% e in altre siamo ancora indietro. E’ una stagione che si preannuncia preoccupante per i focolai in Toscana, Lazio e Grecia”. Le organizzazioni chiedono l’istituzione di un’unità di crisi permanente estesa anche alle altre patologie che minacciano gli animali. “Un’unità che deve coinvolgere anche le organizzazioni agricole – ha aggiunto Luca Sanna, presidente Confagricoltura – per avere il quadro completo della situazione ed evitare che si prendano decisioni sbagliate”. Le altre richieste: attivazione di sistemi di monitoraggio e controllo su effetti di malattia ed effetti del vaccino. E poi maggiore interazione tra sistema sanitario e organizzazioni e realizzazione di una campagna di comunicazione e informazione”. “Bisogna trovare il giusto rapporto tra la parte sanitaria – ha affermato Martino Scano, presidente Cia – e gli allevatori. E’ necessario affrontare i problemi a 360 gradi”.

L’Unione sarda – 12 agosto 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top