Breaking news

Sei in:

Sbloccati i fondi per il “Super portale” della salute. Arrivano i 6 milioni dal Cipe. La delibera in Gazzetta

Esiti delle cure, performance, informazioni e possibilità di inviare feedback. Ecco il Portale della “Trasparenza dei servizi della salute” che integrerà le informazioni del portale del ministero della Salute con le informazioni dei portali delle Regioni e degli altri siti degli istituti e agenzie nazionali, delle aziende sanitarie e degli altri enti del Ssn. LA DELIBERA IN GAZZETTA

Un ‘mega’ portale con tutto quello che c’è da sapere sulla sanità italiana. Dagli esiti delle cure, passando per le performance degli ospedali al confronto tra i vari erogatori di servizi. Ma soprattutto un portale che servirà anche da vetrina e guida per i cittadini europei che vorranno venire a farsi curare in Italia. Questo, e non solo, sarà il nuovo ‘Portale della trasparenza dei servizi della salute’ la cui delibera Cipe per lo stanziamento di 6 milioni è stata pubblicata oggi in Gazzetta ufficiale.

Il Portale integrerà le informazioni contenute nel portale del ministero della Salute con le informazioni provenienti dai portali delle Regioni e Province autonome nonché dai portali dei siti istituzionali degli istituti e agenzie nazionali, delle aziende sanitarie e degli altri enti del Ssn. Il Portale della trasparenza dei servizi della salute sarà ovviamente un sito aperto a tutti i cittadini finalizzato a rispondere alle esigenze informative di chi governa e gestisce il servizio sanitario, di chi lo utilizza, di chi vi lavora e di chi si occupa, nel mondo dell’informazione, di salute e di assistenza.

Attraverso il portale i pazienti avranno accesso ai dati di performance e grazie al Programma nazionale di valutazione degli Esiti, gestito da Agenas per conto del ministero della Salute, potranno confrontare i diversi erogatori di servizi. Obiettivo avere il pieno controllo sulle proprie scelte di salute e potranno fornire feedback sui servizi assistenziali, in perfetta coerenza con la previsione della direttiva del 2011 della Ue sull’assistenza transfrontaliera, e ovviamente questo sarà realizzato in modo tale che anche i cittadini degli altri Paesi membri potranno avervi accesso.

Le risorse, che saranno a valere sul Fsn 2011, saranno erogate alla Regione Veneto, capofila del progetto. “A valere sulle disponibilità del Fondo sanitario nazionale 2011 e in particolare sull’accantonamento di 26.000.000 di euro nell’ambito delle quote vincolate al perseguimento degli obiettivi prioritari e di rilievo nazionale, viene assegnato a favore della Regione Veneto l’importo di 6.000.000 di euro per la realizzazione  del  progetto interregionale denominato ‘Portale della trasparenza dei servizi  della  salute’  in materia di comunicazione  ai  cittadini per l’accesso ai servizi sanitari”. Questo il testo della delibera del Cipe pubblicata oggi in Gazzetta Ufficiale. 

I sei milioni saranno erogati alla Regione Veneto, in qualità di ente capofila, secondo le seguenti modalità:   il 70 per cento, pari a 4.200.000 euro, alla data di entrata in vigore della delibera, mentre il restante 30 per cento, pari a 1.800.000  euro,  alla  data  di presentazione della relazione finale da parte dell’Agenas, attestante i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi progettuali. Il Ministro della salute presenterà a questo Comitato, entro il 31 dicembre 2014, una  relazione  informativa  sugli  esiti  finali  del progetto.

L.F. – Quotidiano sanita – 24 aprile 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top