Breaking news

Sei in:

Tbc bovina: allevatore denunciato per diffusione di malattia infettiva. Aveva liberato 27 animali che erano in quarantena

E’ stato denunciato dal personale dei Comandi Stazione Forestale di Lecce e Gioia dei Marsi l’allevatore di Gioia dei Marsi, che giovedì scorso ha deliberatamente liberato 27 bovini che erano in quarantena perché infetti da Tubercolosi bovina. Il ceppo della malattia era lo stesso che ha ucciso un’orsa lo scorso marzo nella stessa zona

Nella comunicazione di notizia di reato inviata alla Procura della Repubblica di Avezzano vengono contestati all’allevatore la violazione dell’ordinanza sindacale emessa per evitare la diffusione delle malattie infettive, trasgressioni punibili con la reclusione da uno a cinque anni. L’allevamento in questione lo scorso anno aveva perso la qualifica di “ufficialmente indenne” perché il titolare dell’azienda si era sottratto ai controlli previsti dalla profilassi obbligatoria sostenendo l’impossibilità di radunare i capi per la loro pericolosità. Le indagini della Forestale si sono intensificate nel marzo 2014 quando è stata riscontrata nella zona di pascolo della mandria la morte di un’orsa a causa della TBC bovina.

Proprio in quel periodo sono state emesse apposite ordinanze dal Sindaco con precisi limiti temporali per radunare i capi. L’attuazione è stata assicurata dal Corpo forestale anche con l’ausilio di un elicottero per la localizzazione della mandria, in collaborazione col Servizio di sorveglianza del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise.

Le verifiche obbligatorie hanno confermato i sospetti quando si è registrata una positività per TBC bovina su un capo che è stato immediatamente abbattuto.

L’allevamento avrebbe dovuto rimanere in quarantena, così come imposto dal Regolamento di Polizia Veterinaria, fino alla conferma delle analisi per evitare ulteriori conseguenze su altri animali.

Sull’intera vicenda della gestione dei pascoli nel Parco interessati da TBC fin dal 2012 sono in corso approfonditi accertamenti per la ricostruzione degli eventi e ricognizioni della puntuale attuazione delle misure obbligatorie previste dalle leggi veterinarie.

Cfs – 19 settembre 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top