Sei in:

Treviso. Anziana si sente male. Cane azzanna l’infermiere del 118

L’anziana si sente male e chiama l’ambulanza, il cane della donna aggredisce e morde l’infermiere. Il personale medico dell’ambulanza è stato costretto a chiamare polizia e veterinario affinché “calmassero” il beagle che ha reagito in malo modo quando l’infermiere si è avvicinato alla sua padrona, 77 anni.

L’episodio è successo a Quinto di Treviso venerdì mattina poco prima di mezzogiorno. L’anziana, classe 1936, ha accusato un forte malore e ha chiamato il numero di emergenza 118. Sul posto si è recata immediatamente un’ambulanza. Gli uomini del personale medico del Suem sono entrati in casa, “coperti” dal furioso abbaiare del cane della donna, un beagle, innervosito prima per il malore della padrona, poi per la presenza di estranei in casa. Quando un infermiere si è avvicinato all’anziana per prestarle le prime cure, il cane ha visto minacciata l’incolumità della propria padrona e ha reagito attaccando: l’infermiere, 38 anni, è stato morso a una mano. Non sono state gravi, per fortuna, le conseguenze. Il morso è stato medicato sul posto, ma proseguire con il soccorso all’anziana si stava rivelando un’impresa impossibile: il cane, infatti, era ancora agitatissimo. Per questo motivo, al personale medico del Suem non è rimasto altro da fare che chiamare i rinforzi, nello specifico una volante della polizia e un veterinario dell’Usl. Gli agenti di polizia e il veterinario, arrivati sul posto, hanno provveduto a calmare l’animale, consentendo al personale medico di proseguire con il loro lavoro e di portare l’anziana in ospedale. Il cane è stato affidato alla figlia dell’anziana donna, che vive con lei ma che non era in casa al momento del malore. Un cane mansueto, ha raccontato la figlia agli agenti della questura, che non aveva mai dato problemi o mostrato segni di aggressività in precedenza. In questo caso, evidentemente, ha reagito con furia contro l’infermiere temendo che la sua padrona fosse in pericolo, e ha cercato di difenderla disperatamente con l’unica “arma” in suo possesso

La Tribuna di Treviso – 11 febbraio 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top