Breaking news

Sei in:

Uova alla diossina in Germania. Sequestrata azienda biologica Nordreno Vestfalia

Gli esperti avrebbero ritrovato nelle uova prodotte dall’azienda una concentrazione di diossina (PBC) fino a sei volte superiore a quella consentita per legge.

Quando mancano pochi giorni a Pasqua le autorità sanitarie tedesche hanno lanciato un allarme diossina nelle uova. Nel mirino è finita un’azienda biologica del Nordreno Vestfalia, con 25mila galline, che è stata posta immediatamente sotto sequestro. Gli esperti avrebbero ritrovato nelle uova prodotte dall’azienda una concentrazione di diossina (PBC) fino a sei volte superiore a quella consentita per legge. Secondo lo Spiegel l’azienda avicola incriminata rifornisce prevalentemente i grandi supermercati del Land.

Nei primi mesi dell’anno scorso era scoppiato in Germania un altro scandalo diossina: 4.709 allevamenti erano stati chiusi a causa della vendita di mangimi alla diossina a numerosi allevatori del paese.

Il Sole 24 Ore – 5 aprile 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top