Breaking news

Sei in:

Vecchi e nuovi Pfas. Nasce portale Ocse per scambio di informazioni e conoscenze. In Veneto via a Commissione ambiente e salute

Mentre in Veneto infuria il dibattito politico sui Pfas, con botta e risposta accesi e quotidiani tra le forze di opposizione e l’assessorato regionale all’ambiente, sul fronte scientifico c’è da registrare una novità importante.

L’Ocse, tramite il suo notiziario su ambiente e salute (EHS newsletter) ha recentemente pubblicizzato il lancio di un portale dedicato ai Pfas. Tale portale si propone come punto di conoscenza e di scambio di informazioni per tutti i portatori di interesse riguardo alla produzione, utilizzo, rilascio e destino ambientale di vecchi e nuovi Pfas, e delle alternative acquisite nei Paesi aderenti all’Ocse. Uno strumento di arricchimento delle conoscenze che potrà essere di grande utilità alle comunità, agli studiosi e ai governi che si trovano a gestire fenomeni da inquinamento e contaminazione da Pfas, compresi le molecole di più recente impiego che troppo spesso, anche nel nostro territorio, non vengono presi in considerazione nella valutazione complessiva. Manca ancora nel nostro Paese e in Regione un monitoraggio approfondito di quali e quanti soggetti producono, utilizzano e rilasciano sul territorio le sostanze fluorurate.

Vai al nuovo portale Ocse

 

QUATTRO DGR IN TEMA INQUINAMENTO CHIMICO E PFAS E SUL BUR DEL VENETO

Intanto sul Bollettino ufficiale del Veneto n.66 del 14 luglio sono state pubblicate quattro delibera della Giunta regionale che hanno più o meno direttamente attinenza con i Pfas.

Con la Dgr  862 del 13 giugno, pubblicata il 14 luglio, si istituisce una Commissione interdisciplinare in materia di ambiente e salute, modificando la DGR 248/2016. Tale Commissione assorbe le competenze della Commissione Tecnica Pfas precedentemente istituita e più volte integrata.

La Commissione “Ambiente e Salute” rappresenterà il principale e prioritario supporto tecnico per la Regione del Veneto e avrà il compito di individuare le eventuali e conseguenti azioni da porre in essere, da parte dei dirigenti e/o organi collegiali, in materia di inquinamento/contaminazione ambientale.

La Commissione “Ambiente e Salute” sarà così composta:

Direttore Generale Area Sanità e Sociale o un suo delegato, Direttore Area Tutela e Sviluppo del Territorio o un suo delegato, Avvocato Coordinatore dell’Avvocatura Regionale o un suo delegato, Direttore della Direzione Ambiente o un suo delegato,Direttore della Direzione Difesa del Suolo o un suo delegato, Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca o un suo delegato, Direttore della Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare, Veterinaria o un suo delegato, Direttore Generale ARPAV o un suo delegato, Direttore U.O. Assetto Idrico Integrato e Tutela delle Acque, Direttore U.O. Tutela dell’Atmosfera, Direttore U.O. Bonifica e irrigazione, Direttore U.O. Bonifiche ambientali e Progetto Venezia, Responsabile Sistema Epidemiologico Regionale o un suo delegato, Il referente ARPAV per la tematica PFAS.

La  Commissione “Ambiente e Salute” potrà avvalersi della collaborazione di altri professionisti, di conclamato valore professionale e accademico, ritenuti necessari, nonché della collaborazione di Istituzioni competenti come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Ministero della Salute, il Ministero dell’Ambiente, il Ministero delle Politiche Agricole, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

Sempre sul Bur del 14 luglio sono state pubblicate:

Materia: Sanità e igiene pubblica — DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 853 del 13/06/2017 (BUR N. 66 del 14/07/2017)
Attività di vigilanza prevista dall’art. 125 del Reg. (CE) 18.12.2006 n. 1907 in materia di REACH (Registrazione, Valutazione, Autorizzazione, e Restrizione, delle sostanze Chimiche), anno 2017. Presa d’atto in ambito regionale del “Piano Nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici…

Materia: Sanità e igiene pubblica — DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 851 del 13/06/2017 (BUR N. 66 del 14/07/2017)
Approvazione II livello del “Protocollo di screening della popolazione veneta esposta a sostanze perfluoroalchiliche” e del “Trattamento di Soggetti Con Alte Concentrazioni di PFAS”.

Materia: Sanità e igiene pubblica — DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 854 del 13/06/2017 (BUR N. 66 del 14/07/2017)
Contaminazione PFAS : indicazioni per l’acqua di abbeverata nelle produzioni animali e per l’utilizzo di pozzi privati da parte delle aziende di lavorazione e produzione di alimenti per il consumo umano.

Delle Dgr 851 e 854 abbiamo già parlato sul nostro sito. Vai all’articolo

18 luglio 2017 (Ufficio stampa Sivemp Veneto)

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top