Breaking news

Sei in:

Veneto. Dalla commissione sanità arriva il primo sì alla proposta statale per il collegio unico dei revisori dei conti delle Ulss

Un esempio concreto di come si possa fare “spending review” tagliando i costi ma non i servizi viene dal progetto di legge proposto dal consigliere Moreno Teso (Forza Italia) e approvato dalla commissione Sanità del Consiglio regionale del Veneto, presieduta da Leonardo Padrin (Fi). Unico voto contrario in commissione quello di Raffaele Grazia (Futuro popolare).

La proposta, che è di rango statale per cui – dopo l’approvazione in Consiglio – verrà spedita al Parlamento nazionale, prevede l’unificazione dei 24 collegi dei revisori dei conti in un unico collegio regionale. “Attualmente la normativa statale – spiega Teso – impone la costituzione di un collegio sindacale di 5 membri (3 effettivi e 2 supplenti) per ogni singola Ulss, con un costo medi annuo di oltre 54 mila euro per ogni collegio. Solo per la funzione di vigilanza e controllo sui conti delle Ulss il Veneto spende ogni anno 1.542.631 euro, finanziati con il Fondo regionale sanità. Con la mia proposta, invece, si andrebbero a concentrare tutte le attività di controllo contabile in un unico collegio regionale, sempre composto da 5 revisori dei conti. Evidente, quindi il risparmio sulla spesa pubblica, oltre ad avere sicuri vantaggi di omogeneità e convergenza nell’esame dei bilanci delle Ulss”.

6 novembre 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top