Breaking news

Sei in:

West Nile, il Minsalute estende le misure di sorveglianza del virus su uccelli stanziali delle specie bersaglio e carcasse di selvatici

Con una circolare della Direzione generale sanità animale il 26 novembre il ministero della Salute ha esteso le misure di sorveglianza del virus West Nile su uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio e su carcasse di uccelli selvatici

Quest’anno si è assistito ad un’epidemia di infezioni da virus West Nile, con un inizio precoce della circolazione virale, ed a un aumento sia del numero di casi umani che di positività riscontrate nell’ambito della sorveglianza entomologica e veterinaria.

I dati nazionali diffusi col bollettino epidemiologico n. 17 dell’8 novembre 2018, spiega la nota, evidenziano che le positività negli uccelli bersaglio sono ancora molto elevate a settembre 2018, al contrario di quanto accade nelle altre specie animali, nelle zanzare e nelle persone. Inoltre, a novembre del 2017 erano state riscontrate ancora diverse positività in questa categoria di uccelli.

Il Minsalute raccomanda, pertanto, ove compatibile con i periodi durante i quali è possibile effettuare il depopolamento, di continuare la sorveglianza per WNV sugli uccelli stanziali appartenenti alle specie bersaglio, secondo le modalità indicate nel piano, anche nei restanti mesi dell’anno. Si ribadiscono, inoltre, le misure di sorveglianza su tutto il territorio nazionale sulle carcasse di uccelli selvatici, raccomandando di intensificare la sorveglianza durante tutto l’anno.

Circolare prot. n. 0034464 del 26 novembre 2018 l‘estensione delle misure di sorveglianza del virus West Nile su uccelli stanziali appartenenti a uccelli bersaglio e su carcasse di uccelli selvatici.

Circolare prot. n. 0019420 del 27 giugno 2018, il Piano Nazionale integrato di sorveglianza ai virus West Nile e Usutu – 2018 e relativi allegati:

 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top