Breaking news

Sei in:

Zootecnia. Veneto: 3,7milioni per tenuta libri genealogici, controlli funzionali

Si adeguano al mutato scenario organizzativo del settore e alle previsioni assunte in ambito nazionale i procedimenti amministrativi regionali relativi al finanziamento per l’attività di tenuta dei Libri genealogici in zootecnia, per lo svolgimento dei controlli funzionali sulle caratteristiche produttive degli animali e delle iniziative di valorizzazione finalizzate al miglioramento genetico.

Lo ha deciso la Giunta veneta, su iniziativa dell’assessore all’agricoltura Franco Manzato, che ha definito le modalità e i criteri da adottare a partire dal 2013 e le disposizioni transitorie per l’anno corrente, determinando in circa 3 milioni 724 mila euro l’importo massimo delle obbligazioni di spesa per il Programma 2012.

“Questo provvedimento – ha sottolineato Manzato – rientra nella costante politica di attenzione della Regione verso il miglioramento del patrimonio zootecnico veneto, finalizzato alla qualità del prodotto e al reddito degli imprenditori. In questo settore, la difficile situazione congiunturale economico-finanziaria nazionale ha però influito negativamente sulle previsioni di spesa del Bilancio dello Stato a supporto di tali attività, con la drastica riduzione delle risorse trasferite alle Regioni. E’ stata pertanto condivisa, a partire dal 2011, una forma di cofinanziamento tra Stato e Regioni, per la cui realizzazione è strategico perseguire soluzioni organizzative e tecniche volte ad una maggiore razionalizzazione ed efficienza della spesa pubblica”.

In Veneto, il processo di adeguamento statutario ed organizzativo delle Associazioni degli allevatori è stato definito nell’agosto dell’anno scorso, con l’elezione degli Organi sociali dell’Associazione regionale allevatori del Veneto ARAV, alla quale sono state conferite ed unificate a livello regionale le deleghe sulle attività istituzionali riguardanti il miglioramento genetico, in precedenza attribuite alle Associazioni provinciali allevatori APA. “La decisione di Giunta, in definitiva – ha concluso Manzato – serve a rendere coerente il procedimento amministrativo con questo nuovo quadro organizzativo regionale, l’unificazione della delega ad ARAV da parte dell’AIA e la tempistica prevista a livello nazionale per la presentazione dei fabbisogni finanziari”.

30 novembre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top