Breaking news

Sei in:

Agriturismo “lager” Saccolongo: in salvo cani, pony, anatre, galline

Le guardie Lac e la forestale hanno trovato animali denutriti, abbandonati tra gli escrementi e malati. Il proprietario è stato denunciato per maltrattamenti e multato. 3 cani ora attendono di essere adottati

Abbandonati tra i loro escrementi, denutriti e malati, un gruppo di animali custoditi all’interno di un agriturismo di Saccolongo sono stati tratti in salvo dalle guardie zoofile della Lac (Lega Abolizione Caccia) di Padova assieme agli uomini della forestale e un veterinario. Il blitz nella struttura è scattato lo scorso 15 aprile. In seguito a segnalazioni e dopo un primo sopralluogo della Lac che aveva già “fiutato” le precarie condizioni in cui si trovavano gli animali, è stato ottenuto dal pm Benedetto Roberti un decreto di ispezione per poter eseguire ulteriori accertamenti.

GALLINE, ANATRE, OCHE E PONY. Deplorevole la condizione igienico-sanitaria constata tra gli animali – cani, pony, anatre e galline – presenti nell’agriturismo. In una baracca per ricovero attrezzi c’erano carcasse di topi morti e in una cantina c’erano damigiane di vino in mezzo a sporcizia, polvere e muffa. Il veterinario ha riscontrato forme di bronchite trascurata visitando le galline, le anatre e le oche. In un recinto adiacente ad una vasca di liquami solidificati e maleodoranti, erano detenuti tre pony privi di documenti identificativi e che potevano accedere pericolosamente alla vasca dei liquami, costretti a vivere su un terreno ricoperto da escrementi e letame.

I CANI. Tre cani molto magri erano rinchiusi all’interno di un box senza acqua, con il pavimento cosparso di escrementi maleodoranti e con un’unica cuccia fatiscente a disposizione. Una cagnolina femmina aveva un collare di ferro molto stretto tanto da crearle problemi di deglutizione. L’altra era legata ad una catena di metallo molto pesante e al suo fianco passava pericolosamente un cavo di corrente che attraversava una pozza d’acqua. I tre giovani cani sono stati sequestrati e il veterinario ha accertato che i poveri animali erano disidratati, gravemente sotto peso e terrorizzati. Ora hanno riacquistato peso e fiducia e aspettano solo di essere affidati a persone che ne abbiamo cura. Chiunque sia interessato può telefonare al numero 339 1915383.

ZANONI: “ORA PENE ESEMPLARI”. Il proprietario dell’agriturismo è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali e gli sono state comminate diverse sanzioni amministrative. “Se fortunatamente ora per gli animali la vicenda può dirsi conclusa – ha commentato l’eurodeputato Andrea Zanoni, vicepresidente dell’Intergruppo per il Benessere degli animali al Parlamento europeo – per il responsabile dei maltrattamenti inflitti a esseri indifesi mi auguro che debba ancora iniziare. Spero che la magistratura gli infligga pene esemplari senza alcuno sconto”.

10 maggio 2013 – Padova today

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top