Breaking news

Sei in:

Animali, a Milano nasce la prima clinica veterinaria pubblica. Bando del Comune dà avvio all’iter per realizzare la struttura

La sede è già stata individuata in via Senigallia 60, quartiere di Bruzzano. La struttura sarà concessa gratuitamente ad associazioni senza scopo di lucro e sarà aperta gratuitamente ai milanesi he non sono in grado di far fronte alle spesso costose cure dei propri animali

Milano avrà la sua prima clinica veterinaria pubblica, con spazi dedicati alla cura e alla degenza di animali domestici. La sede di quella che sarà una vera e propria ‘Casa degli Animali’ è già stata individuata: 200 mq in via Senigallia 60, quartiere di Bruzzano. L’amministrazione comunale ha dato il via formale all’iter che doterà la città di questa struttura, la prima in assoluto nel suo genere, entro il 2014. Sono state approvate le linee guida del bando pubblico che sarà presto costruito e pubblicato nelle prossime settimane.

La struttura – spiega palazzo Marino – sarà concessa gratuitamente ad associazioni senza scopo di lucro; sarà selezionato un progetto che garantisca la fruizione pubblica del luogo prescelto e garantisca la vocazione sociale del progetto. Gli spazi individuati verranno concessi a titolo gratuito per un periodo massimo di tre anni, con possibilità di un rinnovo della concessione per altri tre anni a fronte della presentazione di un nuovo piano di attività.

Lo spazio dovrà essere aperto gratuitamente a quei cittadini milanesi che non sono in grado di far fronte alle spesso costose cure dei propri animali. Si andrà a creare così un’area polifunzionale dove coloro che si trovano in difficoltà economiche, attestate dagli indicatori ISEE, potranno usufruire di un servizio veterinario di qualità e fornito di attrezzature adeguate. Ma non solo. La ‘casa degli animali’ dovrà offrire spazi anche a quelle associazioni dedite alla protezione animali che necessitano di un sostegno per le creature di cui si prendono cura. Le spese di conduzione e manutenzione ordinaria dello spazio saranno a carico del vincitore del bando e le attività oggetto della proposta progettuale dovranno iniziare entro due mesi dall’assegnazione degli spazi.

Il Giorno – 31 marzo 2014

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top