Breaking news

Sei in:

Aperta ieri a Ginevra la 70ª Assemblea Oms. Finisce l’era Chan, domani si vota il nuovo direttore generale. Lorenzin guida delegazione italiana

Si è aperta oggi a Ginevra la settantesima Assemblea dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Si tratta dell’organo decisionale dell’Oms e comprende tutti gli Stati membri. Le principali funzioni dell’Assemblea sono di determinare le politiche dell’Oms, nominare il direttore generale, monitoare le politiche finanziarie e rivedere e approvare il bilancio.

Quella del 2017 prevede dieci giorni fitti di argomenti e di incontri. Domani prevista l’elezione del nuovo Direttore generale dell’Oms che sostituirà Margaret Chan, da dieci anni alla guida dell’Organizzazione.
Tre i candidati: Tedros Adhanom Ghebreyesus, David Nabarro e Sania Nishtar, presentati rispettivamente dall’Etiopia, dal Regno Unito e dal Pakistan.

Da oggi al 31 mggio in programma dieci giorni fitti di argomenti tra cui farmaci e prodotti per la salute, malattie non trasmissibili, nutrizione, emergenze, poliomielite, resistenza antimicrobica e salute materna, neonatale, infantile e degli adolescenti.

A rappresentare l’Italia all’Assemblea Oms c’è il ministro della Salute Beatrice Loenzin accompagnata da un nutrita delegazione tra i quali i rappresentanti di diverse direzioni generali del ministero.

Il nuovo direttore generale entrerà in carica il 1 luglio 2017.
Presidente dell’Assemblea è stata scelta Veronika Skvortsova, ministro della Sanità della Federazione Russa. “E’ la prima volta che la Federazione russa presiede l’Assemblea Oms – ha detto Skvortsova  – per di più di in un anno importante in cui è prevista l’elezione di un nuovo direttore generale. L’Assemblea avrà il compito di guidare la rotta dell’Organizzazione per la prossima fase del suo sviluppo: abbiamo una responsabilità particolare e farò tutto il possibile per garantire che tutto si svolga nel modo migliore e produttivo possibile. Il nostro lavoro ha l’obiettivo centrale di promuovere la salute, come sancito dagli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il suo raggiungimento richiede l’unione di tutti i meccanismi nazionali, regionali, intersettoriali e ufficiali, gli organismi professionali medici, le associazioni di pazienti e la comunità imprenditoriale”.

“Mentre vi parlo, la prospettiva politica ed economica è molto meno ottimista di quanto lo fosse quando ho assunto l’incarico nel 2007 – ha detto Margaret Chan nel suo discorso inaugurale -. La crisi finanziaria del 2008 ha cambiato le prospettive economiche, gli atti di terrorismo internazionale e l’estremismo violento sono diventati luoghi comuni, la frequenza allarmante di attacchi a strutture sanitarie e convogli di aiuti si fa beffe del diritto internazionale umanitario.  E’ stato mio dovere, come direttore generale,  fare tutto il possibile per garantire che tragedie di questa portata non accadano di nuovo.  I sistemi sanitari devono essere rafforzati nei vostri Paesi: questo è fondamentale per migliorare la sicurezza sanitaria globale e proteggere la nostra vulnerabilità”.

Quotidiano sanità – 22 maggio 2017

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top