Breaking news

Sei in:

Assocarni insorge: la Brambilla ignora le leggi su trasporto animali

Fa acqua da tutte le parti la barca Animal Friendly del ministro Brambilla. Dopo il polverone sulla caccia, anche le accuse rivolte all’industria zootecnica sono state rimandate al mittente. E’ Assocarni a bacchettare il ministro, accusandolo di non conoscere le leggi in vigore in fatto di trasporto di animali da macello.

“Il ministro dice una cosa non esatta quando parla della necessità di una regolamentazione sul trasporto di animali da macello. La legge c’è, si tratta del regolamento Ue 1/2005”. Spiega Francois Tomei, Direttore Generale di Assocarni, secondo cui il regolamento in vigore, che comporta onerose spese al comparto “prevede proprio norme stringenti in capo a tutta la filiera zootecnica che coinvolgono l’allevatore, come il trasportatore e il trasformatore”.

“Strano il fatto – sbotta Tomei su Il Velino – che un ministro del Turismo utilizzi la carta intestata del ministero e quindi del Governo per redigere un documento che nulla ha a che fare con il turismo”,

Big Hunter

11 novembre 2010

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top