Breaking news

Sei in:

Auto aziendali, aggiornate le tabelle dei costi chilometrici

Si aggiorna il calcolo dei benefit delle auto aziendali. L’agenzia delle Entrate ha corretto le tabelle nazionali dei costi chilometrici da usare nel 2012 per calcolare il reddito da assoggettare a ritenute e contributi per le auto assegnate a dipendenti o ad amministratori.

 La modifica delle tabelle già pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 28 dicembre, causata da alcuni errori presenti nel testo, è stata annunciata con un comunicato dell’Agenzia pubblicato sulla Gazzetta n. 6 di ieri, 9 gennaio.

L’Aci, in base al articolo 54 del Tuir, quantifica il reddito in natura derivante da autovetture date in uso a dipendenti, sulla base di una percorrenza di 15.000 chilometri. L’imponibile si ottiene moltiplicando il costo chilometrico per 15.000 e calcolando poi il 30%, quota che la legge stabilisce presuntivamente per l’uso privato del dipendente. Le auto più diffuse nelle flotte aziendali scontano aumenti del 5% sull’anno precedente.

Il benefit è forfettario e prescinde dal fatto che la percorrenza per fini extra-aziendali sia in realtà inferiore o superiore ai 4.500 chilometri di legge (30% di 15.000); non rileva inoltre l’importo dei costi realmente sostenuti dall’azienda. Per le auto assegnate in benefit ai dipendenti per oltre la metà dell’esercizio, il datore di lavoro può dedurre tutti i costi sostenuti per il 90% del loro ammontare, senza alcun limite di valore dell’auto.

11 gennaio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top