Breaking news

Sei in:

Belluno. Torna dalla Macedonia e si ammala: caso di meningite batterica, grave una 24enne

Una ragazza di 24 anni ricoverata a Feltre: è molto grave. Aveva viaggiato in pullman: si cercano gli altri passeggeri

Un caso di meningite batterica di probabile ceppo C in una donna di 24 anni è stato riscontrato all’ospedale di Feltre e trattato in rianimazione dove la paziente è in terapia intensiva. La giovane, di origine macedone di ritorno dal suo Paese dove aveva trascorso le ferie qualche settimana fa, si è presentata domenica in pronto soccorso con una sintomatologia che ha lasciato pochi dubbi ai sanitari del servizio. È da qui, con l’esame della rigidità della nuca in paziente affetta da febbre elevata refrattaria ai farmaci antipiretici, che la giovane è stata indirizzata agli accertamenti successivi, quello del liquor spinale per verificare il tipo di meningococco o pneumococco che possa averla esposta alla temibile infezione, ericoverata in terapia intensiva di anestesia e rianimazione dove le è stata somministrata la terapia antibiotica.

Dagli esami di laboratorio è emerso che il tipo di batterio riscontrato nel sangue è del tipo Y/W/135, ossia uno fra i più frequenti. La ragazza, secondo la cauta anticipazione del primario Del Monte, sembra rispondere positivamente alle cure, il che potrebbe far ipotizzare per una guarigione senza esiti. E se dal punto di vista sanitario la paziente è monitorata costantemente, dall’altro, trattandosi di patologia infettiva, si è attivato il servizio igiene e sanità pubblica.

Spetta al direttore dell’ufficio competente del dipartimento di prevenzione, Mauro Soppelsa, verificare i contatti avuti dalla paziente con altre persone in tempi recenti. La ragazza, che lavora ed è domiciliata a Valdobbiadene, tornava in Italia con il furgone che si occupa di trasporti di cose e persone fra Italia ed est Europa. Sarà cura del responsabile dell’ufficio di prevenzione acquisire la lista di chi ha fatto lo stesso viaggio e sottoporre a profilassi le persone intenzionate a farlo. In questo senso si sta muovendo anche l’Usl 8 che ha diramato un appello per individuare i possibili contatti avuti dalla ragazza durante il viaggio tra la Macedonia e Vidor, il 25 agosto scorso.

«Le operazioni di individuazione per ora sono piuttosto complicate», scrive l’Usl 8 in una nota, «perciò invitiamo tutte le persone che hanno preso parte al viaggio o che possono avere informazioni su chi vi ha preso parte a rivolgersi allo 0423 614715 o 0423 614782 dalle 8 alle 17». Ma sia a Feltre che all’Usl dell’alta trevigiana non si esclude che il batterio sia stato contratto in Italia e incubato per i giorni in cui la ragazza si è assentata.

Il Corriere delle Alpi – 30 agosto 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top