Il Ministero della Salute – mediante la nota DGSAF – ha concesso una deroga al limite orario delle 24 ore fino ad un massimo di 48 ore per la macellazione degli ovicaprini durante il periodo pasquale, a partire dal 1 aprile fino al 18 aprile incluso.

Si informa che secondo le vigenti norme di settore gli animali delle specie sensibili alla Blue tongue destinati alla macellazione e provenienti da zone sottoposte a restrizione, in deroga al divieto di movimentazione, possono essere inviati presso gli impianti di macellazione appositamente designati per essere macellati entro 24 ore dall’arrivo, per limitare il rischio di diffusione della malattia.

Ciò premesso, in previsione del probabile aumento del numero di agnelli e capretti destinati alla immediata macellazione determinato dalle imminenti festività pasquali, al fine di non pregiudicare la verifica del rispetto dei criteri di sicurezza delle carni, a far data dal 1 aprile p.v. e fino al 18 aprile p.v. incluso, sarà possibile derogare al limite delle 24 ore dall’arrivo al macello fino ad un massimo di 48 ore.

Si ritiene utile raccomandare la verifica della validità dell’autorizzazione dei macelli di cui trattasi consultando il sistema informativo nazionale della Blue tongue ed il rispetto di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1099/2009 relativamente all’obbligo di accudimento degli animali in attesa di macellazione.

Fonte: Ministero della Salute