Breaking news

Sei in:

Cani o gatti? No, adotta una capra

Prende il via allo zoo di Napoli il progetto ‘Adotta una Capra Napoletana Lopa’: fonte di reddito per gli allevatori, la sua valorizzazione è fondamentale

Questo per poter aumentare la redditività degli allevamenti, ma anche individuare gli spazi permetterà di mantenere l’esistenza della razza sul territorio partenopeo.

La conservazione e la selezione della razza caprina napoletana rimane a limitata presenza sul territorio, per questo bisognerà affrontare quanto prima il tema del miglioramento genetico del patrimonio caprino, sia come fattore conservativo sia come valore aggiunto per le aziende allevatrici interessate, rivolto al recupero e alla valorizzazione della capra di razza napoletana.

Cosi è intervenuto il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa, partecipando alla presentazione del Progetto, Adotta una Capra, presso lo Zoo di Napoli. La cosiddetta capra napoletana ha contribuito, ha sottolineato Lopa, a far vivere per secoli l’agricoltura di montagna nella provincia di Napoli e, anche grazie alla sua capacità di vivere all’aperto per la maggior parte dell’anno, riducendo i costi di gestione, rappresenta un’importante azione di presidio del territorio e delle tradizioni agricole di questa zona e della Biodiversità in Campania.

Gli obiettivi, tra i quali promuovere la tradizione dell’allevamento della capra napoletana, individuare e qualificare le caratteristiche di peculiarità della razza, delle produzioni e del sistema di allevamento. Si incrementerà, ribadisce l’esponente dell’Agricoltura, in questo modo la competitività e la valenza economica dell’allevamento della napoletana rispetto ad altre razze e ad altri sistemi gestionali attraverso azioni integrate riguardanti la selezione genetica, la gestione e la qualificazione delle produzioni, attraverso una attenta valorizzazione e promozione del latte che si trasforma in un ottimo formaggio caprino, ma tenendo ben fermo il principio di utilizzare un po’ di risorse per l incremento.

Da tempo, ha concluso Lopa, la capra napoletana rappresenta una fonte di reddito per gli allevatori, la sua valorizzazione è un presupposto fondamentale per poter aumentare la redditività degli allevamenti, ma anche individuare gli spazi permetterà di mantenere l’esistenza della razza sul territorio partenopeo e di favorire la presenza e lo scambio di tali animali tra le aziende, sia a livello nazionale che con aziende d’oltre confine.

All’iniziativa hanno preso parte tra gli altri, il direttore dello Zoo di Napoli, Falchero, il Comandante del CfS di Napoli, Stabile, il Coordinatore del progetto,Nando Cirella e il Prof. della Federico II, Vincenzo Peretti.

28 dicembre 2010

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top