Breaking news

Sei in:

Galline ovaiole. La Commissione Ue chiude dopo anni infrazione contro l’Italia per le gabbie. Dimostrato a Bruxelles l’adeguamento su tutto il territorio

Dopo 12 anni di tempo per adeguarsi ai nuovi requisiti e quasi quattro anni di contenzioso aperto con Bruxelles sino al deferimento alla Corte Ue, l’Italia ha visto finalmente la chiusura ufficiale della procedura d’infrazione sulle gabbie per le galline ovaiole. La Commissione Ue ha infatti deciso di archiviare la procedura aperta nel gennaio 2012 e che ad aprile 2013 era arrivata sin davanti ai giudici di Lussemburgo, in quanto gli allevatori italiani ancora non avevano adottato le nuove gabbie più ampie e spaziose che consentono un maggior benessere per le galline d’allevamento.

Dopo numerosi contatti e la trasmissione di una corposa documentazione, molto complessa da raccogliere tramite il Ministero della Sanità via Regioni e Asl, è stato infatti possibile dimostrare a Bruxelles che tutto il territorio italiano si è uniformato alle norme Ue. Da qui la decisione della Commissione Ue di chiudere definitivamente il caso.

Ansa – 23 ottobre 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top