Dopo due anni di pandemia il mondo fieristico riparte, così dal 2 al 5 marzo prossimo si svolgerà l’edizione 2022 di “Fieragricola-International Agriculture Technologies Show“. L’evento è stato presentato a Verona; a prendere parte alla conferenza i relatori: Antonio Boschetti, Direttore Informatore agrario, il Sindaco di Verona Federico Sboarina, il Vice Presidente di Veronafiere Matteo Gelmetti, il Direttore del CREA Stefano Vaccari, e il Direttore Generale di Veronafiere Giovanni Mantovani. In conclusione l’intervento dell’On. Paolo De Castro.

“Fieragricola” nasce nel 1898, quest’anno viene celebrata la 115 edizione i questa manifestazione importante non solo a livello nazionale ma coinvolge tutta l’Europa. Vivere questa fiera segna un momento importante per l’agricoltura italiana ed europea con circa 29 nazioni partecipanti, 100 tra eventi e convegni, 700 capi di bestiame esposti.

La peculiarità di questo evento è la sua trasversalità, utile per raggiungere gli obiettivi dell’agricoltura.

In occasione della fiera, è inoltre, in programma per il 1° marzo 2022, il Summit “Sfide e visioni al 2050 dell’agricoltura europea” per festeggiare i 60 anni dall’adozione della PAC. Come ha ricordato Vaccari, la PAC nasce nel 1962 e da allora ci sono stati miglioramenti tecnologici e alimentari. È fondamentale ricordare che gli obiettivi della PAC, incrementare la produttività agricola sviluppando il progresso tecnico e assicurare un tenore di vita equo alla popolazione agricola, sono tutt’oggi mantenuti. Il progresso tecnico non è fine a se stesso bensì serve al raggiungimento del secondo obiettivo. La Politica Agricola Comune ha funzionato perfettamente nei suoi primi 60 anni ma ad oggi è “sotto attacco”.

Sboarina “E’ un onore e un orgoglio poter ospitare questa fiera che nel 2020 è stata l’ultima manifestazione fieristica pre-covid. È un orgoglio poter aprire la stagione fieristica di Verona con questo evento storico ed internazionale. Abbiamo messo le basi per rafforzare le nostre fiere e soprattutto “Fieragricola” in un territorio agricolo come è Verona. Siamo cresciuti con i valori dell’agricoltura, e ad oggi ci sono giovani imprenditori che li stanno portando avanti.”

Gelmetti “A causa del Covid il comparto fieristico ha perso moltissimo. Il nostro è un settore deposto alla divulgazione e alla promozione dei prodotti. Ci sono arrivate circa 1500 domande di partecipazione di imprenditori che vogliono partecipare alla fiera. Le fiere rappresentano questi imprenditori.

Gli ultimi due anni sono stati particolarmente difficili, abbiamo avuto un grande spirito di resilienza. Nonostante tutto c’è stato un aumento di capitale che segnala come le fiere siano fondamentali.

Il Presidente Mantovani ha poi ricordato che alla fiera verranno presentati eventi di innovazione in campo agricolo come la presentazione del digital farming. “Fieragricola” si conferma, ancora una volta, una manifestazione orizzontale, in cui sono coinvolte tutte le figura del mondo agricolo.

Fieragricola 2022 sarà una fiera unica, si affronteranno temi nuovi, si guarderà al futuro senza dimenticare il passato: la fiera nacque come manifestazione dei cavalli, oggi grazie al progresso siamo arrivati a volgere lo sguardo verso frontiere più complesse e grandi”.

A concludere la presentazione, è stato l’Europarlamentare On. Paolo De Castro che ha nuovamente sottolineato l’importanza dell’agricoltura verso tutti gli orizzonti commerciali. L’Onorevole ha inoltre rimarcato come il mondo agricolo non si sia fermato durante l’emergenza Covid, garantendo sempre pienezza degli scaffali dei supermercati. “Fieragricola ci darà l’occasione di capire l’importanza del nostro settore. L’agricoltura è una risorsa“.