Breaking news

Sei in:

Esportazione di proteine animali trasformate, i casi in cui è ammessa per alimenti destinati ad animali da compagnia. Nota del Minsalute

Una nota a firma congiunta della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari e della Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione ha ricordato che, ai sensi del Reg. (UE) 999/2001, capitolo V, sezione E, allegato IV, l’esportazione di proteine animalo trasformate (PAT) derivate da animali ruminanti e di prodotti contenenti tali proteine è vietata. Tale divieto ricade anche sui fertilizzanti organici e sugli ammendanti contenenti PAT di ruminanti.

È tuttavia autorizzata l’esportazione delle PAT derivate da non ruminanti, e quindi anche dei fertilizzanti che le contengono, a condizione che tali proteine e prodotti siano destinati ad usi non vietati dall’art. 7 e dall’allegato IV del citato Regolamento, e che – prima dell’esportazione – sia concluso un accordo tra lo Stato membro esportatore e il Paese di importazione.

Ad oggi risulta solo stipulato un accordo bilaterale con la Serbia.

12 marzo 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top