Breaking news

Sei in:

Fase due, Consiglio dei ministri 19 gennaio per il varo

Nessun giro di tavolo al Cdm di oggi sulle liberalizzazioni. Ma sarà un pre-Consiglio, voluto dal premier Mario Monti la prossima settimana, a esaminare la complessa partita in vista del varo previsto nella riunione pomeridiana convocata per il 19 gennaio (il 20 gennaio, data inizialmente indicata per il Cdm, ci sarà il trilaterale Monti-Sarkozy-Merkel).

«Il Consiglio dei ministri non ha affrontato il tema delle liberalizzazioni né quello della protesta dei tassisti», spiega il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, lasciando Palazzo Chigi.

Il Governo rinvia l’esame alla prossima settimana
Gli echi della protesta delle auto bianche, che stamane si sono date appuntamento davanti alla sede del Governo per protestare contro la possibile apertura del settore, non sono dunque rimbalzati nella sala dell’Esecutivo. Il Governo, dunque, preferisce non pigiare il pedale sull’acceleratore, anche per non dare l’impressione di voler arrivare al varo senza un preventivo dialogo con i sindacati e con le forze politiche.

I paletti dei sindacati: l’articolo 18 non si tocca
Proprio dai leader di Cgil, Cisl e Uil, è arrivato un chiaro ultimatum a Monti: il confronto sulla fase due si può avviare, ma guai a toccare l’articolo 18. Le bozze sulle liberalizzazioni circolate negli ultimi giorni, e in particolare quella in cui si ipotizza una prima “deroga” all’articolo 18 – per favorire l’aggregazione di imprese in società di dimensioni maggiori – non è piaciuto a Camusso, Bonanni e Angeletti.

Monti vede i partiti: apre il Terzo polo
Senza contare, poi, i distinguo arrivati dalle forze politiche che non vogliono vedersi calato dall’alto un pacchetto pronto per il varo. Non a caso Monti ha voluto replicare per la fase due il metodo del dialogo, già sperimentato sulla manovra salva-Italia, e oggi vedrà i rappresentanti dei partiti che appoggiano l’esecutivo. Si comincia con il Terzo polo ricevuto in queste ore a Palazzo Chigi, poi sarà la volta di Pdl e Pd, che hanno lavorato a un pacchetto di proposte da presentare al premier. Un’accelerazione dunque sul dopo-manovra non sarebbe stata compresa. Da qui la decisione di rinviare tutto alla prossima settimana.

Via libera al Dl su emergenza rifiuti e bio-shopper
Da Palazzo Chigi arriva poi il via libera a un decreto legge sull’emergenza rifiuti, che interviene anche sulla situazione in Campania. Il provvedimento, secondo quanto si apprende da fonti ministeriali, consente infatti di smaltire i rifiuti fuori regione senza il preventivo accordo con la regione di destinazione. Il Dl stabilisce anche le norme sulla biodegradabilità dei “bioshopper” per i criteri di biodegradabilità e compostabilità. Nel documento sono così stati fissati i criteri che corrispondono «ai parametri ritenuti idonei dall’Ue». Proprio a fine anno, nel cosiddetto decreto Milleproroghe, l’articolo che stabiliva i corretti parametri era stato escluso dal testo.

Da Cdm ok alla nomina di Rossi a vice dg di Bankitalia
Il Consiglio dei ministri ha inoltre approvato, su proposta del presidente del Consiglio Mario Monti, la nomina di Salvatore Rossi a vice direttore generale della Banca d’Italia. La nomina era stata deliberata dal Consiglio superiore dell’istituto di Via Nazionale.

Disco verde al Dlgs per la revisione del sistema contabile degli atenei
Disco verde del Governo, poi, su proposta del ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, a un decreto legislativo per la revisione degli strumenti contabili, economico-finanziari e di controllo di gestione degli Atenei. L’obiettivo del provvedimento, si legge nella nota diffusa da Palazzo Chigi, è dare vita ad un nuovo e più moderno sistema contabile che salvaguardi l’autonomia delle università e garantisca nel contempo una rilevazione di dati omogenei ai fini del rendiconto delle attività svolte. Il Dlgs ha ricevuto il parere favorevole delle Commissioni parlamentari. Il Consiglio ha inoltre approvato uno schema di decreto legislativo in attuazione della delega conferita al Governo per disciplinare la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli Atenei, sul quale verranno acquisiti i pareri prescritti. 

ilsole24ore.com – 13 gennaio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top