Breaking news

Sei in:

Francia. Sequestrata carne pecora separata meccanicamente proveniente Gb

Sequestrate in Francia 57 tonnellate di carne di pecora macellata in Gran Bretagna con la tecnica vietata della separazione meccanica. Non sono commercializzate in Italia.

Stavolta non è la carne di cavallo non segnalata in etichetta ma bensì quella di pecora ricavata da un procedimento vietato nell’Ue a destar scalpore. La notizia arriva dalla Francia e riguarda il sequestro di 57 tonnellate di carne di pecora macellata in Gran Bretagna con la tecnica di macellazione della separazione meccanica che non è autorizzata in tutta Europa dai tempi della mucca pazza per bovini, ovini e caprini mentre è consentita per il pollame.

L’Azienda coinvolta, riporta la stampa transalpina, sarebbe la Spanghero (che tra l’altro era già stata coinvolta nell’ultimo ‘Horsegate’). Il sequestro è avvenuto in uno stabilimento sito nel Sud della Francia a Castelnaudary, nell’Aude. Il prodotto surgelato serviva per la fabbricazione di ‘morgue’, una specie di pasta viscosa, che viene ricavata passando in speciali apparecchiature le carcasse degli animali. Alimento, però, che secondo le regole europee non può essere definita carne.

La carne in questione è stata fornita dalla Draap Trading, che fa capo al trader olandese Jan Fasen, già incriminato nello scandalo della carne di cavallo. La partita ha riferito il procuratore di Carcassone Antoine Leroy riportava la dicitura di ‘carne senza nervi di agnello’. Una definizione, che per il ministero dell’Agricoltura, di fatto mascherava la reale e illegale tecnica con cui era prodotta. Tutti i prodotti sono stati richiamati a titolo preventivo.

Ministero: In Italia nessuna commercializzazione

In riferimento alla notizie provenienti dalla Francia sulla carne di pecora macellata in Gran Bretagna con la tecnica della separazione meccanica, che non è autorizzata per queste tipologie di animali, il Ministero della Salute precisa che “le indagini sulla tracciabilità escludono la commercializzazione del prodotto sul mercato italiano”. Il Ministero della Salute fa sapere inoltre che era stato informato dal sistema di allerta della Commissione europea. Quotidiano sanità

Carne separata meccanicamente, il rapporto FVO

L’Ufficio alimentare e veterinario (Food and Veterinary Office) europeo ha pubblicato il report sul primo audit sul sistema di controllo della produzione e distribuzione sul mercato di carne separata meccanicamente, effettuato in Italia dal 3 all’11 settembre 2012. Il sistema di controllo italiano in generale rispetta i requisiti e le normative europee, tuttavia l’Fvo ha individuato delle carenze nell’aggiornamento dell’elenco degli stabilimenti riconosciuti, nei requisiti generali di igiene e rispetto delle temperature riscontrati in alcuni stabilimenti di produzione. Sono inoltre disponibili le risposte del Ministero della Salute alle raccomandazioni dell’Fvo volte a ovviare alle carenze identificate e a migliorare l’attuazione del sistema di controllo ufficiale in atto. In Italia nel 2011 sono state prodotte 75214 tonnellate di carne separata meccanicamente (47414 di pollo, 23614 di tacchino, 4186 di suino).

20 marzo 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top