Breaking news

Sei in:

In uno scatto d’ira uccide con pugno sua barboncina

Uno sceneggiatore americano rischia un anno di carcere ammazzata a New York, Si chiamava Lola

In uno scatto d’ira, lo scorso 29 maggio, avrebbe colpito la sua cagnolina Lola con un pugno e l’avrebbe ammazzata sul colpo. Rischia di passare un anno dietro le sbarre Ted Shuttleworth, sceneggiatore americano che in passato ha lavorato con Steven Spielberg e ha scritto diverse serie televisive tra cui alcuni episodi del telefilm di successo «NYPD Blue». Il cinquantunenne, che è stato arrestato sabato scorso nel suo appartamento newyorkese, dopo aver colpito la barboncina, l’avrebbe portata inutilmente da un veterinario. Quest’ultimo si sarebbe insospettito per la grave ferita che la cagnolina aveva sulla testa e avrebbe informato l’associazione animalista Aspca (American Society for the Prevention of Cruelty to Animals).

INCIDENTE O PURA CRUDELTÀ? – Non è ancora chiaro cosa abbia fatto la piccola Lola per provocare una reazione così violenta da parte del suo padrone. Isidora Monk, moglie di Shuttleworth, ha affermato che si è trattato di un tragico incidente. Di diverso avviso Joseph Pentangelo, portavoce dell’associazione animalista Aspca, che dopo aver analizzato i risultati della necropsia, ha definito lo scatto d’ira di Shuttleworth un atto di pura crudeltà: «Lola ha subito una lesione traumatica cerebrale dopo aver ricevuto un colpo molto forte sulla parte destra della sua testa da parte del sospettato, che poi era anche il suo padrone» ha dichiarato Pentangelo al New York

PRECEDENTE – Non è la prima volta che un personaggio che lavora per il cinema e la tv si rende protagonista di un episodio simile. Tre anni fa l’attore scozzese Gerard Butler fu accusato di aver colpito selvaggiamente il levriero di una coppia di anziani che stava annusando il suo carlino Lolita. Da parte sua Butler ribattè di essere intervenuto solo per separare i due animali dopo che il levriero aveva attaccato il suo carlino. Alla fine la coppia di anziani presentò una denuncia contro l’attore, ma nessuna accusa poi fu formulata contro di lui.

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top