Sei in:

La variante Delta è la più contagiosa finora emersa e provoca quadri patologici non osservati prima, con gravi disturbi gastrici e coaguli di sangue che portano alla cancrena

La variante del coronavirus responsabile della devastante epidemia di COVID-19 in India è la più contagiosa emersa finora. I medici ora vogliono sapere se è anche più grave. Compromissione dell’udito, gravi disturbi gastrici e coaguli di sangue che portano alla cancrena, sintomi non osservati in genere nei pazienti COVID, sono stati collegati dai medici in India alla cosiddetta variante Delta. In Inghilterra e Scozia, le prime prove suggeriscono che il ceppo ora dominante comporta un rischio maggiore di ospedalizzazione. Vai a Bloomberg

Delta, noto anche come B.1.617.2, si è diffuso in più di 60 paesi negli ultimi 6 mesi e ha causato il blocco dei viaggi dall’Australia agli Stati Uniti. Un picco di infezioni, alimentato dalla variante Delta, ha messo sotto pressione il governo del Regno Unito costringendolo a riconsiderare i suoi piani di riapertura alla fine di questo mese [giugno 2021]. Tassi di trasmissione più elevati rispetto ad altre varianti e una riduzione dell’efficacia dei vaccini hanno reso particolarmente critica la comprensione degli effetti del ceppo.

“Abbiamo bisogno di più ricerca scientifica per analizzare se queste nuove presentazioni cliniche sono collegate o meno a B.1.617”, ha affermato Abdul Ghafur, medico infettivologo presso l’Apollo Hospital di Chennai, la più grande città del sud dell’India. Ghafur ha riferito di vedere più pazienti COVID-19 con diarrea ora rispetto all’ondata iniziale dell’epidemia.

“L’anno scorso [2020], pensavamo di aver appreso tutto del nostro nuovo nemico, ma è cambiato”, ha detto Ghafur. “Questo virus è diventato così imprevedibile”. Dolore allo stomaco, nausea, vomito, perdita di appetito, perdita dell’udito e dolori articolari sono tra i disturbi che stanno vivendo i pazienti COVID-19, secondo alcuni medici che curano i pazienti in tutta l’India. Secondo uno studio condotto da ricercatori dell’Università del New South Wales il mese scorso, le varianti beta e gamma, rilevate per la prima volta rispettivamente in Sud Africa e Brasile, hanno mostrato poca o nessuna evidenza di produrre segni clinici diversi.

Alcuni pazienti sviluppano microtrombi, o piccoli coaguli di sangue, così gravi da provocare la morte dei tessuti colpiti e sviluppare la cancrena, ha affermato Ganesh Manudhane, un cardiologo di Mumbai, che ha trattato otto pazienti per complicanze trombotiche al Seven Hills Hospital negli ultimi 2 mesi.  Ben due amputazioni di dita o un piede si sono rese necessarie. “Ho visto 3-4 casi per tutto l’anno scorso [2020], e ora è un paziente a settimana”, ha detto Manudhane.

L’India ha segnalato finora 18,6 milioni di casi di COVID-19 nel 2021, rispetto ai 10,3 milioni dell’anno scorso [2020]. La variante Delta è stata la “causa principale” dietro la seconda ondata più letale del paese ed è il 50% più contagiosa del ceppo Alpha che è stato individuato per la prima volta nel Regno Unito, secondo un recente studio condotto da un gruppo di esperti del governo indiano.

L’aumento dei casi potrebbe aver determinato un aumento della frequenza con cui si osservano rare complicanze da COVID-19. Tuttavia, Manudhane ha affermato di essere sconcertato dai coaguli di sangue che vede nei pazienti di tutte le fasce d’età senza precedenti di problemi legati alla coagulazione.

“Sospettiamo che possa essere dovuto alla nuova variante del virus”, ha detto. Manudhane sta raccogliendo dati per studiare il motivo per cui alcune persone sviluppano i coaguli e altre no. I medici stanno anche riscontrando casi di formazione di coaguli nei vasi sanguigni che irrorano l’intestino, causando dolore allo stomaco dei pazienti, il loro unico sintomo, secondo quanto riportato dai media locali.

Mentre la seconda ondata di COVID-19 si allontana, a Mumbai sono stati segnalati quasi una dozzina di casi di coaguli intestinali e cancrena indotti dal COVID. Secondo i medici, se la cancrena non viene curata entro le 24 ore, le possibilità di sopravvivenza scendono al 50%.

Alcuni pazienti COVID stanno anche ricorrendo a cure mediche per perdita dell’udito, gonfiore intorno al collo e grave tonsillite, ha affermato Hetal Marfatia, chirurgo orecchio naso e gola presso il King Edward Memorial Hospital di Mumbai. “Ogni persona mostra sintomi diversi” nella seconda ondata, ha detto.

Le presentazioni insolite per Delta e una variante strettamente correlata nota come Kappa, la cui diffusione ha portato a un quarto blocco a Melbourne, sono ancora in fase di conferma, ha affermato Raina MacIntyre, docente di biosicurezza globale presso l’Università del New South Wales a Sydney. “Nel frattempo, è importante prenderne atto ed essere consapevoli di possibili presentazioni atipiche”, ha affermato.

L’aspetto più allarmante dell’attuale epidemia in India è la rapidità con cui il virus si sta diffondendo, anche ai bambini, ha affermato Chetan Mundada, pediatra del gruppo di ospedali Yashoda a Hyderabad. Ghafur di Apollo Hospital ha affermato di vedere anche intere famiglie con sintomi COVID, invece dei singoli  individui che hanno dominato l’anno scorso [2020], riflettendo un aumento della trasmissione domestica causata dalla variante Delta.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top