Breaking news

Sei in:

Legnago. Capriolo investito e ucciso. Intervengono polizia locale e servizi veterinari dell’Ulss 21 per accertamenti sull’animale. L’autista non si è fermato

La fauna selvatica torna a creare situazioni di pericolo sulle strade della Bassa. Un giovane capriolo, lungo un metro e pesante alcune decine di chili, è stato infatti trovato morto alle porte di Torretta di Legnago, a fianco della Provinciale che congiunge il capoluogo con la frazione e la provincia rodigina.

Da una prima ricostruzione effettuata dalla polizia locale, intervenuta sul posto dopo aver ricevuto la chiamata di un residente, l’animale, che aveva due anni e si vedeva spesso aggirarsi nella località, aveva appena superato il fossato laterale quando, risalendo dalla scarpata, si è affacciato sulla strada trafficata. Un mezzo pesante di passaggio deve dunque averlo colpito alla testa, uccidendolo sul colpo. L’autista, però, non si è fermato ed è sparito con il suo mezzo senza lasciare tracce. L’impatto non ha comunque provocato disagi alla circolazione poiché il capriolo è finito, dopo essere stato investito, sul bordo della carreggiata. I vigili urbani hanno allertato il Servizio veterinario dell’Ulss 21 per ulteriori accertamenti sull’animale che giaceva nel letto del fossato. La polizia locale, poi, ha contattato una ditta specializzata che, dopo il recupero della carcassa, ha provveduto a smaltirla in un centro specializzato. Non è la prima volta che nella zona di Torretta vengono notate bestie allo stato brado aggirarsi per le campagne. Nelle scorse settimane un altro animale selvatico era stato segnalato accanto al Busse. I caprioli, come quello investito a Torretta, quasi sempre, giungono nella Bassa scendendo o risalendo lungo le aree verdi che costeggiano le rive dei corsi d’acqua principali, come l’Adige ed il Po.

L’Arena – 21 giugno 2016 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top