Breaking news

Sei in:

Ordini sanitari al palo. Approvato a fine luglio in Cdm, il disegno di legge non è stato mai depositato

La regolamentazione delle professioni sanitarie finisce di nuovo nel dimenticatoio. E chi confidava che il cosiddetto disegno di legge omnibus (disposizioni in materia di sperimentazione clinica dei medicinali, di riordino delle professioni sanitarie e formazione medico specialistica, di sicurezza alimentare, di benessere animale, nonché disposizioni per la promozione di corretti stili di vita), voluto dal ministro della salute Beatrice Lorenzin che contiene un apposito passaggio in materia, avrebbe finalmente portato a compimento un iter legislativo avviato dal 2006, si sbagliava.

Di quel testo, approvato al Consiglio dei ministri lo scorso 26 luglio, infatti, in parlamento non vi è traccia tanto che nel frattempo in commissione igiene e sanità del Senato solo ieri erano calendarizzati 4 disegni di legge in materia che puntano allo stesso principio: riformare le professioni sanitarie. E’ lo stesso ddl del resto ad affrontare in un testo  complessivo ed unitario tutte le  professioni sanitarie, ma soprattutto a istituire gli albi per le 17 professioni attualmente sprovviste di tutela ordinistica, che saranno tenute dal nuovo Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (comprendendo in quest’ordine anche l’albo degli assistenti sanitari. La legge avrebbe dovuto garantire una regolamentazione agli oltre 600 mila professionisti della salute non inquadrati in un ordine. Si tratta di professioni affini ma regolamentate fino ad ora in modo diverso: gli infermieri, le ostetriche e i tecnici sanitari di radiologia medica, già aggregate in collegi provinciali e federazioni nazionali, le altre costituite in associazioni.

ItaliaOggi – 23 ottobre 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top