Breaking news

Sei in:

Regione, risultato di amministrazione 2015. Il vicepresidente Forcolin: ‘’Un bilancio sano e oculato. Ma occorre puntare a una tempistica più performante”

Dalle simulazioni della Banca d’Italia rese note in questi giorni viene la conferma che nel 2015 la pressione fiscale delle imposizioni locali è stata meno pesante per i contribuenti del Veneto, regione non a statuto speciale, rispetto ad altre realtà. Tra le imposizioni locali sono ricomprese quelle regionali, insieme a quelle di pertinenza delle Province e dei Comuni.

“E’ un riscontro senz’altro positivo – commenta il vicepresidente e assessore al bilancio Gianluca Forcolin – assolutamente in linea con il risultato di amministrazione 2015 che la giunta regionale del Veneto ha appena inviato alla Corte dei Conti. Direi quindi che la “cura” sta funzionando e il nostro bilancio presenta indicatori di tutto rispetto. E’ un bilancio sano e gestito con oculatezza. Se tutta la Pubblica Amministrazione italiana, a partire dallo Stato, si comportasse come noi, nel giro di pochi anni si sarebbe in grado di ridurre significativamente i disavanzi, senza incrementare il debito, ma anzi diminuendolo”.

Forcolin sottolinea che le positive performances registrate nella gestione hanno consentito di generare margine corrente positivo nonostante la riduzione dei trasferimenti statali, grazie ad una politica di stretto controllo della spesa di funzionamento e al processo di riorganizzazione dell’intera macchina regionale. La Regione del Veneto ha dimostrato di essere in grado di finanziare parte dei propri investimenti con entrate correnti e non solo ricorrendo a debito e, inoltre, che il servizio del debito viene interamente ricompreso nei flussi di entrate correnti.

“Sono soddisfatto per questi risultati – conclude Forcolin – e ora vogliamo puntare anche ad una tempistica più performante per quanto riguarda l’adozione del bilancio di previsione. Già quest’anno approvandolo a febbraio, lo abbiamo fatto in tempi più rapidi, cercando di mantenere inalterati i servizi essenziali e di dare risposte al tessuto sociale e all’economia del Veneto. L’auspicio è che il cronoprogramma per l’approvazione del bilancio di previsione 2017 veda tempi ancora più ridotti. Un’accelerazione che, ottenuto il giudizio di regolarità del rendiconto generale per l’esercizio 2015 da parte della Corte dei Conti, potrebbe vedere approvato entro settembre l’assestamento e subito dopo la presentazione del bilancio di previsione per il 2017 con l’obiettivo di portarlo all’approvazione entro l’anno”.

13 luglio 2016 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top