Breaking news

Sei in:

Riforma Brunetta: visite fiscali costano più di assenze malattia

Sono i dati forniti dal ministero della Funzione Pubblica a rendere noto che l’impatto della cosiddetta “Riforma Brunetta” pensata per colpire al cuore l’assenteismo nella pubblica amministrazione è stato minimo, anzi controproducente.

Lo Stato ha speso più soldi per le visite fiscali a tappeto volute dal Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta di quanti ne avrebbe dovuti sborsare a causa delle assenze per malattia dei dipendenti pubblici. Un meccanismo legislativo messo su frettolosamente e che costa milioni di euro. Settore maggiormente a rischio è la scuola italiana, che oltre agli 8 miliardi di tagli della riforma Gelmini deve ora fare i conti con le visite fiscali previste per i dipendenti fin dal primo giorno di malattia. Nella scuola pubblica, questa imposizione è stata un vero insuccesso: assenza per malattia aumentate del 7,5% per i professori e un +18,5% tra le assenze del personale tecnico e amministrativo

14 febbraio 2011 – Agi

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top