Breaking news

Sei in:

Stati generali della Salute. Per due giorni Roma diventa la Capitale della Sanità. Ci saranno anche Napolitano e Renzi

Dalla salute come investimento per il futuro, ai costi standard, passando per la ricerca, le professioni, il ruolo dell’industria e lo sviluppo di nuovi modelli di assistenza. Questi alcuni dei temi su cui Istituzioni, enti, imprese e operatori pubblici e privati si confronteranno l’8 e il 9 aprile nella convention del Ministero della Salute. Quotidiano Sanità seguirà l’evento con interviste e approfondimenti in tempo reale. IL PROGRAMMA

Si terranno l’8 e il 9 aprile gli Stati Generali della Salute organizzati dal Ministero della Salute. L’evento si svolgerà presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma e vuole essere un momento di confronto  tra le istituzioni, gli enti, le imprese e gli operatori pubblici e privati della sanità italiana sul presente e sulle prospettive future del comparto.

I lavori si apriranno, alla presenza del presidente della repubblica Giorgio Napolitano, con gli interventi del Ministro della Salute,Beatrice Lorenzin, del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Presidente della Conferenza dei presidenti delle Regioni, Vasco Errani.

Obiettivo dichiarato quello di stimolare il dibattito intorno ai principali temi della salute pubblica, per mettere in risalto sia le eccellenze sia le problematiche del nostro sistema e per confrontarsi sulle politiche sanitarie che l’Italia intende perseguire nel contesto europeo e internazionale, anche in vista del prossimo semestre di Presidenza italiana dell’Unione Europea.

Prevista anche la partecipazione del Ministro dell’Interno Angelino Alfano in una sessione dedicata alle migrazioni e all’accoglienza cui prenderanno parte il Ministro della Salute della Lituania, Vytenis Povilas Andriukaitis, il Ministro della Salute della Lettonia  Ingrida Circene, il Ministro della Salute e della Solidarietà Sociale della Grecia, Adonis Georgiadis ed il Ministro per gli Affari interni e la Sicurezza nazionale di Malta, Emanuel Mallia.

Durante la due giorni di lavori interverranno anche il Ministro per gli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Casero, il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo e il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti.

Ma oltre ai personaggi della politica nazionale, gli Stati generali vedranno la partecipazioni anche delle Regioni con assessori e governatori e di Enti e Agenzie come Aifa, Iss, Inail. Ma non solo, vi saranno anche le rappresentanze sindacali dei medici e delle professioni sanitarie così come gli Ordini professionali (medici, farmacisti, etc,) e associazioni dei pazienti. Senza dimenticare, la presenza di esponenti del mondo universitario e i rappresentanti dell’industria del farmaco (Farmindustria) e dell’ospedalità privata (Aiop).

Una presenza massiccia dell’’Universo sanità’ che si propone di avviare una riflessione sulle migliori strategie da adottare nell’immediato futuro per garantire al Servizio sanitario nazionale il mantenimento delle attuali caratteristiche di equità ed universalità, contribuendo altresì ad assicurare una crescita qualitativamente omogenea su tutto il territorio nazionale.

Il programma della due giorni è molto intenso e scorrendo gli argomenti che saranno oggetto di dibattito sono plurimi. Si parte con il tema degli investimenti in sanità, passando per la ricerca, il ruolo delle professioni, senza dimenticare l’innovazione terapeutica, i nuovi modelli assistenziali, la prevenzione e il ruolo dell’industria.

Quotidiano sanità – 8 aprile 2014 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top