Breaking news

Sei in:

Anaao contro i tagli alla sanità: politica indifferente, la Sanità dovrà farsi partito per difendere se stessa e i cittadini

Sono state inutili le richieste e le proteste dell’intero mondo sanitario, di Regioni, di associazioni di cittadini e perfino di Cardinali: notizie di stampa annunciano che il Governo si prepara ad attingere per l’ennesima volta al bancomat della Sanità con ulteriori tagli per circa 5 miliardi di euro.

Malgrado il Ministro della Salute, risvegliatosi bruscamente dal sogno ad occhi aperti nel quale distribuiva risorse aggiuntive al Fondo sanitario Nazionale, dichiari di volersi battere come una “leonessa”, arricchendo il bestiario della politica di oggi, e le Regioni, messe di fronte alla possibilità di un inasprimento locale di tagli, tasse e ticket, lancino l’allarme rosso sulla tenuta del sistema, Ministri e viceministri proseguono indifferenti in un disegno di smantellamento della sanità pubblica che ormai non richiede nemmeno più di essere esplicitato.

La verità è che la Sanità è scomparsa dall’agenda della politica, dalle dichiarazioni e dai pensieri dei Segretari nazionali dei Partiti, e degli aspiranti tali, rottamata, declinata solo nell’accezione di malasanità. Come il Sud, inerme capro espiatorio di fronte a lobbies forti ed alle ragioni dell’economia che vogliono farci credere che uno stato sociale non possiamo permettercelo, ma armi come se fossimo in guerra sì. E quei Partiti pronti a minacciare la crisi di governo sui 4 miliardi di IMU rimangono muti di fronte ai 5 miliardi sottratti ai cittadini con i tagli alla sanità.

Forse al mondo della Sanità toccherà farsi Partito per difendere i cittadini e se stesso ed intanto appellarsi alla disobbedienza civile di Deputati e Senatori contro un colpo forse mortale inferto ai diritti di cittadinanza ed alla tutela pubblica della salute.

14 ottobre 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top