Breaking news

Sei in:

Blue tongue. Il Ministero rimodula la zona di restrizione per BTV-3 in Sardegna. Situazione epidemiologica “estremamente favorevole” per BVT4.

Rimodulata la zona di restrizione per BTV-3 in Regione Sardegna. Situazione epidemiologica “estremamente favorevole” per BVT4. Valutato il dossier trasmesso dalla Regione Sardegna, il Ministero della Salute procede alla rimodulazione delle condizioni per la movimentazione di animali di specie sensibili alla Blue Tongue. La nota del Direttore Generale Pierdavide Lecchini trasmessa oggi ai Servizi Veterinari è accompagnata dal parere del Centro di referenza nazionale presso l’IZSAM.

Lo scorso 23 marzo la Regione ha riferito sulle attività diagnostiche implementate a seguito del rilevamento della circolazione virale di
BTV3 che ha interessato l’Isola tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 sul territorio regionale. Sulla base dei dati esaminati, la la direzione ministeriale accoglie la proposta della Regione di rimodulare i territori in restrizione per il siero tipo BTV3.
I Comuni che rimangono in restrizione per BTV3 sono i seguenti: Sant’Anna Arresi, Piscinas, Teulada, Santadi, Tratalias, Villaperuccio, tutti ricadenti nella provincia del Sud Sardegna.

Anche ad avviso dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo, Centro di referenza per la materia, è “accettabile” la proposta di rimodulare le condizioni per la movimentazione degli animali di specie sensibile senza limitazioni, ad eccezione delle movimentazioni dai territori ricompresi nei comuni con circolazione virale. Il parere, firmato dal Direttore Generale Nicola D’Alterio, è favorevole “a patto che si mantenga su tutto il territorio regionale la capillare attività di sorveglianza sierologica basata sugli animali sentinella così come avvenuto nel periodo precedente alla emergenza BTV-4, ovvero con la medesima frequenza e numerosità per ambito territoriale ASL.

La situazione epidemiologica per BTV4 è al momento “estremamente favorevole”, le condizioni di movimentazione degli animali sensibili verso il restante territorio nazionale, ad eccezione dei territori indenni (attualmente Provincia Autonoma di Bolzano e Regioni Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia) in relazione ai quali trovano applicazione le vigenti disposizioni comunitarie (vaccinazione preventiva o PCR), possono avvenire nel rispetto di quanto previsto (dispositivo DGSAF prot. n. 17522 del 26/06/2019) a condizione del mantenimento su
tutto il territorio regionale della capillare attività di sorveglianza sierologica.

Sono superate le disposizioni di cui alla nota DGSAF prot. 29986 del 21/12/2021. In caso di modifica della situazione epidemiologica regionale relativamente a sierotipi del BTV già presenti o di nuova incursione, le condizioni per la movimentazione dei capi delle specie sensibili saranno rivalutate. (fonte AnmviOggi)

NOTA_DGSAF_RIMODULAZIONE_SARDEGNA.pdf407.73 KB

IL_TESTO_DEL_PARERE_DELLIZSAM.pdf681.55 KB

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top