Breaking news

Sei in:

Boeri (Inps): “Le retribuzioni del pubblico impiego hanno “forti e stridenti iniquità”. La riforma della Pa è decisiva per il Mezzogiorno”

L’intervento del presidente dell’istituto nazionale di previdenza durante un convegno del Forum P.A. dipinge una situazione retributiva del pubblico impiego con “forti e stridenti iniquità legate al costo della vita”. Tra alcune province italiane, spiega Boeri, “a parità di stipendio, c’è una differenza del costo della vita dell’ordine del 250%”

Cambiare la pubblica amministrazione è la vera riforma, decisiva per il Paese e in particolare per il Mezzogiorno. Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, non usa mezzi termini durante un convegno del Forum P.A. “Da anni in Italia – dice Boeri – si parla di una riforma della P.A., che è decisiva soprattutto per il Sud, così come si è parlato di privatizzazioni nell’amministrazione, ma tutte queste parole non hanno dato avvio a nessun processo serio. I dati ci confermano che non ci sono cambiamenti”. Il presidente dell’Inps usa a esempio la situazione retributiva del pubblico impiego. Basta questa, secondo Boeri, a descrivere “iniquità forti e stridenti legate al costo della vita”. Tra alcune province italiane, ha spiegato, “a parità di stipendio, c’è una differenza del costo della vita dell’ordine del 250%”. Boeri analizza poi alcuni punti salienti del disegno di legge delega all’esame della Camera, come il ruolo unico, ovvero quello che riguarda la flessibilità e della rotazione dei dirigenti. L’economista, oggi a capo dell’istituto di previdenza, si dice convinto dei “notevoli vantaggi” che ne potrebbero derivare “perché fossilizzarsi e restare nella stessa posizione a lungo è dannoso”

Rainews – 29 maggio 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top