Breaking news

Sei in:

Camera. Critiche unanimi al “segno distintivo unico per l’agroalimentare italiano” contenuto nello “Sblocca Italia”

Con la relazione di Giuseppe Romanini (Pd), è iniziato in Commissione Agricoltura della Camera l’esame del decreto legge “Sblocca Italia” (dl 133/2014), per il parere alla Commissione Ambiente.

Critiche unanimi al “segno distintivo unico per l’agroalimentare italiano” contenuto nello “Sblocca Italia”

Il dibattito si è soffermato in particolare sulla previsione di un segno distintivo unico delle produzioni agricole e alimentari (comma 2 dell’art. 30), rispetto al quale sono state sollevate critiche da rappresentanti di tutti i gruppi.

Per Mario Catania (Scpi), il segno distintivo unico non è “una soluzione idonea nè sul piano giuridico nè economico”.

Dello stesso avviso Filippo Gallinella (M5s), per il quale c’è la possibilita’ che si tratti di “una mera operazione di facciata legata all’evento dell’Expo”.

Anche per Colomba Mongiello (pd), la normativa, “così com’è, non appare rispettare nè la volontà del parlamento nè il percorso avviato con il provvedimento cosiddetto Campo Libero. Il testo proposto, inoltre, confligge con una proposta precedentemente approvata”.

Per Mino Taricco (Pd), il segno distintivo unico potrebbe rilevarsi “controproducente” perchè usato “per contraddistinguere prodotti molto differenti fra loro”. Infine, Franco Bordo (Sel) ha affermato di ritenere “negativo un provvedimento al ribasso che potrebbe confondere la distintività di produzioni Dop, Igp e altre eccellenze”.

Il sottosegretario Giuseppe Castiglione replicando agli interventi, ha ricordato che “quando si è trattato di introdurre un tratto distintivo per le produzioni italiane si è pensato all’esperienza francese di France Bon Appetit che caratterizza l’agroalimentare francese che non ha penalizzato le diversità ma le ha esaltate nella loro distintività’”.

Castiglione ha comunque assicurato che “in ogni caso, le richieste di approfondimento saranno attentamente esaminate e valutate, essendo lo scopo del Governo quello di rafforzare la penetrazione delle eccellenze agroalimentari italiane nel mondo”.

Fonte Agrapress – 25 settembre 2014

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top