Breaking news

Sei in:

Segreteria regionale
 

  • Dalle relazioni sindacali nel post riforma della sanità al cumulo previdenziale gratuito: molto interesse per la giornata Sivemp all’IzsVe

    Dalle relazioni sindacali nel post riforma della sanità al cumulo previdenziale gratuito: molto interesse per la giornata Sivemp all’IzsVe

    Si è tenuta venerdì 6 ottobre all’IzsVe di Legnaro la giornata di aggiornamento per quadri sindacali del Sivemp Veneto. Un incontro molto partecipato che ha visto alternarsi agli interventi dei relatori le domande di un pubblico estremamente interessato. La riforma sanitaria, i processi di riorganizzazione territoriale, l’avvio di una nuova stagione contrattuale hanno reso di […]

  • Contratti, orario di lavoro, riorganizzazioni in sanità e previdenza, il 6 ottobre a Legnaro Giornata di aggiornamento sindacale Sivemp

    Contratti, orario di lavoro, riorganizzazioni in sanità e previdenza, il 6 ottobre a Legnaro Giornata di aggiornamento sindacale Sivemp

    I processi di riorganizzazione in sanità e i loro effetti sulle relazioni sindacali e la contrattazione, l’orario e l’organizzazione del lavoro, l’uso e il consumo dei fondi sono tra i temi che saranno al centro della giornata di aggiornamento quadri sindacali organizzata dal Sivemp Veneto il 6 ottobre alla sala Orus dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie. […]

  • Oggi va in pensione Roberto Poggiani segretario regionale del Sivemp Veneto dal 2001 al 2015. Il ringraziamento dei colleghi

    Oggi va in pensione Roberto Poggiani segretario regionale del Sivemp Veneto dal 2001 al 2015. Il ringraziamento dei colleghi

    Da oggi è in pensione Roberto Poggiani, dirigente veterinario responsabile del Distretto di Igiene degli alimenti di origine animale dell’ex Ulss 20 e segretario regionale del Sindacato veterinari di medicina pubblica del Veneto dal 2001 al 2015. Una vita professionale e sindacale lunga e proficua  in cui si è speso con competenza, generosità ed equilibrio, […]

  • Dipartimento di prevenzione, le osservazioni del Sivemp alle slides sulle linee guida presentate dalla Regione Veneto

    Dipartimento di prevenzione, le osservazioni del Sivemp alle slides sulle linee guida presentate dalla Regione Veneto

    Pubblichiamo il documento di osservazioni Fvm-Sivemp del Veneto alla slides sulle bozze di Linee guida per gli atti aziendali delle Ulss e l’organizzazione del Dipartimento di prevenzione, presentate alle organizzazioni sindacali il 24 gennaio scorso. Il documento di osservazioni e proposte organizzative Fvm-Sivemp, elaborato dal gruppo di lavoro specifico, è stato inviato il 3 febbraio scorso in Regione all’attenzione del dottor Domenico Mantoan e del dottor Claudio Costa, così come richiesto dalla Direzione generale dell’Area sanità e sociale, e si basa sulle diapositive fornite, dato che al momento non è stato ancora presentato un documento scritto completo, neppure in bozza. Fvm-Sivemp del Veneto formula alcune considerazioni e rilievi, sia nel merito che formali. Analizzando in premessa il testo delle slides specifiche sulle linee guida per l’organizzazione del Dipartimento di prevenzione ed entrando poi nel dettaglio dell’articolazione e delle competenze dei servizi veterinari.

  • Controlli ufficiali nei macelli, l’Ulss 6 revoca l’avviso per un incarico a un tecnico. Soddisfazione del Sivemp Veneto

    Controlli ufficiali nei macelli, l’Ulss 6 revoca l’avviso per un incarico a un tecnico. Soddisfazione del Sivemp Veneto

    Assunzione di un tecnico al posto di un veterinario per i controlli ufficiali nei macelli, l’Ulss 6 fa dietrofront e ritira il bando contestato dal Sivemp Veneto. Con delibera n.1079 del 28 dicembre, pubblicata all’albo il 29 dicembre, l’azienda sanitaria di Vicenza, infatti, ha revocato l’avviso di selezione pubblica n. 164 indetto con la delibera n.900 del 17 novembre scorso per il conferimento di un incarico cococo, da svolgersi presso il Servizio Igiene degli alimenti di origine animale, ad un laureato in Scienze zootecniche e tecnologie animali da destinare a compiti, tra l’altro, di “attività di controllo ufficiale nei macelli avicoli, nonché delle carni e dei loro derivati, ovoprodotti, miele, latte e derivati e eseguire campionamenti di matrici alimentari e liquidi biologici animali”. Il Sindacato veterinari di medicina pubblica del Veneto, che per primo si era opposto all’avviso in questione rimarcandone i profili di illegittimità, esprime soddisfazione davanti alla decisione odierna dell’Ulss 6. Ma nel contempo auspica che iniziative di questo tipo non abbiano a ripetersi.

  • Diminuisce ancora il numero dei veterinari in servizio nelle Usl venete, allarme del Sivemp sugli ultimi dati

    veterinario trasportoNegli ultimissimi mesi è diminuito ancora il numero dei veterinari pubblici nelle Ulss del Veneto. Lo rileva uno studio effettuato dal Sivemp Veneto che fotografa le unità di personale in servizio nei servizi veterinari veneti alla data del 30 novembre 2016. Lo studio, che elabora dati  delle aziende sanitarie e della Regione, registra a fine novembre un numero complessivo di veterinari dipendenti, tra quelli a tempo indeterminato e a tempo determinato, che ammonta a 335 unità (vedi la tabella). Segno che la cessazione di contratti a termine e ulteriori pensionamenti, in assenza di sostituzioni, hanno eroso non solo il già risicato numero di 347 veterinari in servizio, relativo a pochi mesi fa, ma anche il dato diffuso dalla stessa Regione e relativo al 30 ottobre 2016 di circa 342 veterinari pubblici in servizio in Veneto. Va detto poi che il dato attuale di 335 unità è oltrettutto sovrastimato, dato che alcuni colleghi, “nominalmente” in organico, in realtà sono adibiti ad altre e diverse attività o assenti a lungo per gravi motivi, e il numero dei veterinari effettivi in servizio si colloca oggi sotto le 330 unità.

  • Nuovo assetto organizzativo Ulss. Fvm Veneto: no ad accordi decentrati in mancanza di un’intesa regionale

    logofvmComunicato Fvm Veneto. Nell’ambito del nuovo assetto organizzativo delle Ulss previsto dalla legge 19/2016 le aziende costituende hanno iniziato a definire accordi con il personale del comparto sulle modalità di gestione dei trattamenti accessori relativi ai fondi aziendali. Negli accordi si fa riferimento ad un’intesa regionale precedentemente siglata tra le parti che viene automaticamente traslata sulla dirigenza. Alla scrivente sigla non risulta siano intercorsi accordi regionali per la gestione dei trattamenti accessori della Dirigenza medica in sede decentrata. Esprimiamo pertanto disappunto e censura sulle modalità operative adottate dai direttori generali e commissari anche se ne condividiamo il merito conforme alle linee di indirizzo regionali. Chiediamo pertanto che la Regione in difetto di un’accordo  con le organizzazioni sindacali della dirigenza intervenga affinchè non si dia corso ad accordi decentrati che millantino da parte dei direttori generali-commissari la presunzione d’intesa come presupposto negoziale.

  • Carenze degli organici dei servizi veterinari ed emergenze sanitarie, il Sivemp Veneto incontra l’assessore Coletto

    Una delegazione del Sindacato veterinari di medicina pubblica, formata dal segretario regionale Franco Cicco e dal vicesegretario Giampaolo Moretti, è stata ricevuta ieri mattina a Palazzo Balbi dall’assessore alla sanità Luca Coletto. Al centro dell’incontro le emergenze in sanità veterinaria e le sempre maggiori carenze di personale dei servizi veterinari delle Ulss del Veneto. I rappresentanti Sivemp hanno sottolineato le difficoltà in cui si trovano ad operare i veterinari pubblici a causa dell’ormai cronico sottodimensionamento degli organici e del mancato turn over del personale andato in quiescenza. Criticità che possono avere ripercussioni importanti non solo sulla salute pubblica, ma anche sull’agroalimentare veneto. “In tutti questi anni i servizi veterinari grazie all’impegno e all’abnegazione del personale, sono riusciti ad assicurare con fatica i molteplici compiti di istituto – hanno riferito -. Oggi, a fronte delle ulteriori incombenze legate all’epidemia di Blue tongue e alle altre emergenze c’è il timore di non riuscire a dare le risposte immediate e tempestive che la situazione richiederebbe”.

  • L’emergenza Bluetongue e carenze degli organici dei servizi veterinari, il Sivemp in audizione in V commissione

    commissione sanita ridott5settLunga audizione ieri in Quinta commissione consiliare regionale per una delegazione del Sindacato italiano veterinari di medicina pubblica del Veneto convocata per approfondire gli aspetti dell’emergenza Bluetongue nella nostra Regione in relazione al grave e ormai cronico sottodimensionamento degli organici dei servizi veterinari della Ulss, messi a dura prova dalla nuova mole di attività. La relazione ha destato l’interesse dei numerosi consiglieri presenti che sono intervenuti con domande e richieste di delucidazioni. “In tutti questi anni i servizi veterinari, solo grazie all’impegno e all’abnegazione del personale, sono riusciti ad assicurare con fatica i molteplici compiti di istituto – ha spiegato il segretario regionale Sivemp, Franco Cicco -. Oggi, a fronte delle ulteriori incombenze legate all’epidemia, non nascondiamo il timore di non riuscire a dare le risposte immediate e tempestive che la situazione richiederebbe”. Scarica la relazione integrale e la scheda sull’epidemia di Bluetongue 

  • Emergenza Blue tongue e sanità veterinaria sottovalutata, il Sivemp chiede un incontro urgente alla Regione

    veterinario-by-eugene-chernetsov-fotolia-750L’emergenza Blue tongue in Veneto sta mettendo drammaticamente in luce, se mai fosse stato necessario, come la pluriennale politica di sottovalutazione dei compiti di sanità pubblica veterinaria, l’indebolimento ormai giunto a livelli senza precedenti degli organici dei servizi veterinari, il declassamento e l’impoverimento di personale della struttura regionale specifica stiano producendo danni gravissimi.  Una penalizzazione che la Regione in questi anni ha messo in atto con pervicace noncuranza, senza preoccuparsi delle inevitabili conseguenze, e nonostante il grido d’allarme e i richiami alla ragionevolezza del Sindacato dei veterinari di medicina pubblica. Da tempo denunciamo la devastante politica di tagli lineari, lo smantellamento di strutture importanti, le profilassi di Stato definanziate, la decisione di affidare il coordinamento della struttura di sanità veterinaria regionale a un vertice medico privo delle competenze specifiche, servizi veterinari delle Ulss sempre più penalizzati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top