Breaking news

Sei in:

Cento di questi anni. Si dilata speranza vita pensionati italiani

Se lavori e vai in pensione campi fino a 100 anni. Non sono proprio cento candeline, ma circa 92 per le donne e 88 per gli uomini. La speranza di vita dei pensionati di 65 anni da qui al 2040 si allungherà, ha evidenziato lo studio «La mortalità dei percettori di rendita in Italia», presentato ieri a Roma, presso la sede dell’Inps, dal Consiglio nazionale e dall’Ordine nazionale degli attuari.

In pratica, secondo la ricerca, nei prossimi 30 anni ci sarà “un sensibile incremento” della longevità rispetto ai livelli attuali (84 anni per gli uomini e 88 per le donne), e si conferma che «la longevità di chi percepisce una rendita pensionistica resterà superiore alla media generale dell’intera popolazione».

Nello studio viene analizzata l’evoluzione della speranza di vita nel periodo 1980-2009 per dipendenti pubblici e privati, lavoratori autonomi, medici, avvocati e lavoratori dello spettacolo e dello sport. E dai dati emerge che negli ultimi 30 anni la speranza di vita a 65 anni dei percettori di rendite si è allungata mediamente dell’1% annuo, attestandosi nel 2009 a circa 84 anni per gli uomini e a circa 88 per le donne. Lo studio riporta anche le previsioni sulla mortalità dei percettori di rendite di vecchiaia per il periodo 2010-2040, prendendo in considerazione in particolare i dipendenti privati e gli autonomi. Ebbene, i diversi modelli considerati, confermano l’incremento delle longevità dei percettori di rendite pensionistiche, con valori che si mantengono più elevati rispetto alla popolazione generale, e che si attestano nel 2040 a circa 88 anni per gli uomini e a circa 92 anni per le donne.

Gli attuari, secondo quanto ha affermato Giampaolo Crenca, presidente del Consiglio Nazionale, propongono di istituzionalizzare lo studio e si dichiarano disposti a portarlo avanti con tutti gli enti interessati, mettendone dunque i risultati a disposizione del Governo, degli operatori come base di riferimento per tutto il sistema previdenziale e assicurativo.

Il Sole 24 Ore – 18 luglio 2012

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top