Breaking news

Sei in:

Certificati on line: entro tre mesi obbligo anche per privati

Certificati on line: si stringono i tempi anche per i datori di lavoro. Per quelli privati in particolare, che ancora solo per tre mesi potranno richiedere il certificato cartaceo al proprio dipendente, ma poi, da questa estate, dovranno anche loro accedere al portale Inps per l’acquisizione on line.

Al massimo, potranno chiedere al dipendente il codice identificativo del certificato, ma nulla di più.

A chiarirlo è una circolare della Funzione pubblica – la n. 4 – con cui si forniscono ancora chiarimento sulla certificazione di malattia on line.

Nello specifico, il lavoratore dovrà fornire nei corso della visita al medico curante la propria tessera sanitaria. da cui si desume il codice fiscale, comunicando eventualmente l’indirizzo di reperibilità da inserire nel certificato, se diverso da quello di residenza (o del domicilio abituale) in precedenza comunicato al datore di lavoro. Il lavoratore richiede inoltre al medico il numero di protocollo identificativo dei certificato inviato per via telematica e in aggiunta. può chiedere copia cartacea del certificato e dell’attestato di malattia o, in alternativa, può chiedere al medico di inviare copia in formato Pdf alla propria casella di posta elettronica.

L’invio telematico del certificato effettuato dal medico soddisfa l’obbligo del lavoratore di recapitare l’attestazione di malattia o trasmetterla con raccomandata A/R al datore di lavoro entro i 2 giorni lavorativi successivi all’inizio della malattia.

Nel caso il medico non proceda all’invio online ad esempio perché impossibilitato a utilizzare il sistema di trasmissione telematica. ma rilascia la certificazione e l’attestazione di malattia in forma cartacea. il lavoratore presenta l’attestazione al proprio datore di lavoro e, se previsto, il certificato di malattia all’Inps. secondo le modalità tradizionali. Il datore di lavoro pubblico segnala via Pec, entro 48 ore, all’azienda sanitaria di riferimento del medico di aver ricevuto la certificazione cartacea.

L’Inps deve mettere a disposizione dei datori di lavoro pubblici e privati le attestazioni di malattia sui certificati ricevuti:

1. mediante accesso diretto al sistema Inps tramite apposite credenziali che sono rese disponibili dall’Inps;

2. mediante invio alla casella di posta elettronica certificata indicata dal datore di lavoro.

28 marzo 2011 – sanita.ilsole24ore.com 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top