Breaking news

Sei in:

Consiglio Ue. Autorizzazioni Ogm, si viaggia in ordine sparso

Il Consiglio dei ministri dell’Agricoltura non è riuscito a pronunciarsi sul via libera a tre nuovi Ogm: si tratta di un mais Monsanto, di un mais Pioneer che attende il rinnovo della licenza, e del cotone Ghb614 di Bayer CropScience.

Il Consiglio infatti non è riuscito a trovare, né una posizione a favore né una contraria sui tre Ogm. L’assenza della decisione del Consiglio Ue, comporta il ritorno delle tre richieste di autorizzazione alla Commissione europea che deciderà autonomamente. Ai ministri dell’Ambiente, riuniti in precedenza, il commissario che si occupa del dossier, il maltese Jhon Dalli, aveva annunciato un’analisi, entro aprile, sulle conseguenze socio-economiche della coltivazione di Ogm prendendo atto delle obiezioni sollevate da diversi paesi tra cui, Germania, Belgio e Lussemburgo. Dalli ha già fissato una serie di appuntamenti per approfondire gli aspetti più critici legati alle biotech: «Un dialogo più attivo e fruttuoso con tutte le parti interessate – ha sottolineato – sarà essenziale per chiarire e comprendere la posta in gioco» il dibattito si articolerà su quattro sessioni. Il primo relativo all’indipendenza degli organismi di valutazione dei rischi: dall’Autorità europea della sicurezza alimentare (Efsa) a quelli nazionali.

Il secondo, affronterà le domande di autorizzazione degli Ogm, in particolare l’affidabilità e la trasparenza dei relativi studi. Quindi, il progetto di regolamento della Commissione europea che fissa le modalità d’applicazione legate alla valutazione dei rischi degli alimenti e dei mangimi Ogm. E, infine, la valutazione dei rischi sull’ambiente da parte delle piante biotech. Intanto in Italia prosegue il dibattito sulla decisione di Veneto e Friuli Venezia Giulia di proclamarsi Ogm free. Mentre la Coldiretti plaude alle «leggi salva-territorio», Assalzoo è preoccupata per l’approvvigionamento: «Senza Ogm la zootecnia veneta e, più in generale quella italiana, sono a rischio».

fonte: Agrisole – 25 marzo 2011

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top