Sicilia

Nella settimana dal 12 al 18 ottobre, in Sicilia, si registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi da Covid per 100.000 abitanti (408) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (7,4%) rispetto alla settimana precedente. Sotto media nazionale i posti letto in area medica (7,9%) e in terapia intensiva (2,7%) occupati da pazienti Covid-19. La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 12,7% (media Italia 10,3%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da COVID-19 da meno di 180 giorni, pari al 1,5%; la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 17,9% (media Italia 10,8%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 3,7%; il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 9,4% (media Italia 20%). La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 27,1% (media Italia 35,2%) a cui aggiungere un ulteriore 3% (media Italia 3,3%) solo con prima dose.

Veneto

Situazione Covid in miglioramento in Veneto. Scendono a 1.305 i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti, e si evidenzia una diminuzione dei nuovi infetti (-11,1%) rispetto alla settimana precedente. Sopra la media nazionale i posti letto in area medica (13%) e in terapia intensiva (3,9%) occupati da pazienti Covid. Secondo l’osservatorio Gimbe la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 10,3% (media Italia 10,3%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita dal Covid da meno di 180 giorni, pari al 2,2%. La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 8,8% (media Italia 10,8%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 7%. Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 20,3% (media Italia 20%). Infine la popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 32,8% (media Italia 35,2%) a cui aggiungere un ulteriore 3,2% (media Italia 3,3%) solo con prima dose.

Alto Adige

Sono 624 i nuovi casi di covid registrati in Alto Adige. I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 207 tamponi pcr e registrato 9 nuovi casi positivi. Inoltre, ci sono 615 test antigenici positivi a fronte di 2.721 effettuati. Non ci sono nuove vittime. Ancora in calo l’incidenza settimanale, oggi a 842 casi ogni 100mila abitanti (-43 rispetto a ieri). I nuovi guariti sono 740, le persone in quarantena o isolamento domiciliare 5.773 (-117). A ieri, nei reparti di area medica erano ricoverati 104 pazienti, tre in terapia intensiva.

Calabria

In Calabria, nella settimana tra il12 e il 18 ottobre si registra una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi ogni 100.000 abitanti (633) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-7,8%) rispetto alla settimana precedente. Sopra media nazionale i posti letto occupati da pazienti Covid 19 in area medica (15,5%) e in terapia intensiva (5,4%). E’ quanto evidenziano i risultati dell’ultimo monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe. “La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino – è scritto nel report – è pari al 12,7% (media Italia 10,3%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da Covid-19 da meno di 180 giorni, pari al 1,4%. La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino, invece, è pari a 15,5% (media Italia 10,8%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 4,2%”. Dal monitoraggio emerge che “il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 9,4% (media Italia 20%). La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 41,2% (media Italia 35,2%) a cui aggiungere un ulteriore 4% (media Italia 3,3%) solo con prima dose”.