Breaking news

Sei in:

Ricerche. Nei sogni delle bambine più veterinarie che veline

Il concorso indetto dalla fondazione Pinac e dall’associazione amici dell’Universita’ Cattolica. 1587 i disegni ricevuti, 120 i mestieri individuati nei desideri di bambine e bambini tra gli 8 e i 13.

Che cosa sognano di fare da grandi i ragazzi? Solo calciatori e veline? Troppo riduttivo. Hanno sogni importanti. E colorati. Come dimostra il 15esimo concorso «Accendi una stella», curato dalla fondazione PInAc di Rezzato e dall’associazione amici dell’università Cattolica di Milano. Ben 1587 i disegni ricevuti da tutto il territorio nazionale, mentre sono «circa 120 i mestieri individuati nei desideri di bambine e bambini tra gli 8 e i 13 anni» spiega Elena Pasetti, curatrice dell’evento per la Fondazione PInAc. E in base agli elaborati ricevuti è stato anche possibile stilare una virtuale classifica dei sogni. Che si carica anche di un certo valore statistico.

«Accendi una stella» i primi 14 segnalati

La classifica dei «sogni» Il sogno dei ragazzini è ancora quello di diventare una star del football. In seconda posizione troviamo l’essere atleta (quindi eccellere in una disciplina fisica, al di là dei cachet milionari). Ma udite udite: al terzo posto troviamo la «veterinaria». L’amore per gli animali che batte il trito clichè della bambina sofferente di prematuro narcisimo e sognante una sgambettante adultità da velinara. E se al quarto e al quinto posto figura la cantante e la danzatrice, al sesto c’è da stropicciarsi gli occhi a leggere «operatore di pace e giustizia». Nonostante i tempi di grande frustrazione per il mondo dei docenti, restano comunque un modello per i loro allievi (8° posto).

Mestieri e sogni nei disegni dei ragazzi

I premi assegnati. Ma un conto è la classifica dei mestieri più sognati, un conto è l’intensità del tratto, l’originalità del messaggio iconico: coordinate che i curatori del concorso hanno scelto per assegnare i riconoscimenti. Per la Scuola primaria il 1° premio è andato Michelangelo Rossi, anni 8, di San Gimignano, Siena); 2° premio a Cristian Troiano (anni 9, Milano); 3° premio a Vittorio Stabile (classe 9 C, Salerno). Per la scuola secondaria di I° grado il 1° premio è andato a Sofia Di Gaetano (anni 12 Peschiera Borromeo, MI); 2° premio a Michela Bellanova (13 anni, di Bussolengo, VR); 3° premio a Serena Romanazzi (13 anni, di Putignano, Bari).

 Corriere della SEra – 16 maggio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top