Breaking news

Sei in:

Crediti verso Ssn: certificazione telematica e compensazione, decreti Gazzetta

Sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 152 del 2 luglio due decreti dell’Economia che consentono rispettivamente la certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti, da parte di Regioni, Enti locali e del Ssn e possibilità di con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo per i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili delle stesse amministrazioni.

Il primo decreto sulla certificazione telematica – per la quale sarà nominato un apposotio commissario ad acta – esclude la possibilità per gli enti locali commissariati e le regioni sottoposte ai piani di rientro dai deficit sanitari.

Il secondo decreto sulla compensazione dei crediti prevede che il titolare del credito, acquisita la certificazione, la presenta all’agente della riscossione competente, per il pagamento totale o parziale delle somme e, nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte delle somme dovute, il contribuente è tenuto, contestualmente a indicare all’agente della riscossione le posizioni debitorie che intende estinguere. L’agente della riscossione, trattiene l’originale della certificazione, ne rilascia copia timbrata per ricevuta al titolare del credito e procede, entro i tre giorni lavorativi successivi, mediante richiesta trasmessa all’amministrazione debitrice con posta elettronica certificata, alla verifica dell’esistenza e validità della certificazione o utilizzando, ove possibile, la piattaforma elettronica.

I testi:

Modalita’ di certificazione del credito, anche in forma telematica,
di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti, da parte
delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Sanitario
Nazionale, di cui all’articolo 9, commi 3-bis e 3-ter del
decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni
dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 e successive modificazioni e
integrazioni

Modalita’ con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed
esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e
degli Enti del Servizio Sanitario Nazionale per somministrazione,
forniture e appalti, possono essere compensati, con le somme dovute a
seguito di iscrizione a ruolo, ai sensi dell’articolo 31, comma
1-bis, del decreto-legge 31 maggio 2010 n. 78, convertito, con
modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122

Il Sole 24 Ore Sanita – 3 luglio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top