Breaking news

Sei in:

Disoccupazione al 12,8%. Record tra giovani al 40%

In Italia è sempre più emergenza disoccupazione. È stato infatti un aprile “nero” per il mercato del lavoro. L’esercito dei disoccupati ha superato quota 3 milioni. Lo ha comunicato l’Istat che ha diffuso la stima provvisoria di occupati e disoccupati ad aprile.

Nel primo trimestre del 2013 il tasso di disoccupazione sale al 12,8% (+1,8 rispetto all’anno precedente): è il dato più alto dal primo trimestre del 1977, inizio delle serie storiche trimestrali, ossia da 36 anni. Il numero dei disoccupati nel primo trimestre del 2013 segna «un ulteriore forte aumento» su base tendenziale, in rialzo del 17%, con quasi mezzo milione di persone in cerca di lavoro in più (+475 mila unità in un anno). Solo nella fascia 15-24 anni il tasso di disoccupazione ha sfondato la soglia del 40%, volando a quota 40,5%: anche in questo caso è il livello più alto dal primo trimestre del 1977. L’emergenza raggiunge livelli record nel Mezzogiorno: da queste parti nel primo trimestre del 2013 il tasso di disoccupazione ha toccato la soglia record del 20,1%, è il valore più alto dal primo trimestre del 1999 (era al 20,5%).

L’Eurostat: Italia ai primi posti per la mancanza di lavoro tra i giovani

Il quadro (allarmante) non migliora se si prendono in considerazione le rilevazioni dell’Eurostat: la disoccupazione nell’Eurozona ha toccato ad aprile il livello più alto mai raggiunto dal 1995: il 12,2% contro l’11,2 dell’aprile 2012. Stessa cosa per quella giovanile, arrivata a quota 24,4%. L’Italia, con il suo 40,5% di giovani disoccupati, è al quarto posto dopo Grecia, Spagna e Portogallo. Oggi, nelle considerazioni finali, il governatore di Bankitalia Vincenzo Visco ha sottolineato che «il tasso di disoccupazione pressoché raddoppiato rispetto al 2007 e pari all’11,5 per cento lo scorso marzo, si é avvicinato al 40 tra i più giovani, ha superato questa percentuale per quelli residenti nel Mezzogiorno».

Ad aprile tasso di disoccupazione al 12%

In particolare, l’Istat mette in evidenza che il numero di disoccupati, pari a 3 milioni e 83mila, aumenta dello 0,7% rispetto a marzo (+23 mila unità). Su base annua si registra una crescita del 13,8% (+373 mila unità). La crescita della disoccupazione riguarda sia la componente maschile sia quella femminile. Quanto poi al tasso di disoccupazione, si attesta al 12%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a marzo e di 1,5 punti nei dodici mesi.

Più inattivi

Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente (+25mila unità). Il tasso di inattività si attesta al 36,2%, in aumento di 0,1 punti percentuali nel confronto congiunturale e in diminuzione di 0,1 punti su base annua

Il sole 24 Ore – 31 maggio 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top