Breaking news

Sei in:

Fnovi: libere professioni non sono libere: tutti dipendenti

Il DDL sulla riforma del lavoro intende includere gli iscritti agli Albi tra coloro che, ove lavorassero per oltre 6 mesi per il 75% per un medesimo cliente e/o utilizzando le strutture e le attrezzature del medesimo, dovrebbero essere assunti come dipendenti (Art. 9 del DDL di riforma del mercato del lavoro).

FNOVI insieme al CUP sono assolutamente contrari a tale ipotesi in quanto la norma creerebbe gravissimi danni all’intera categoria professionale,sia in termini di disoccupazione che in termini di marginalizzazione del mercato.Niente a che vedere con le professioni liberali. Niente a che vedere con la tragica situazione occupazione del nostro settore. In questo modo i collaboratori della gran parte delle strutture verranno rimandati a casa.

Le libere professioni hanno bisogno di un investimento politico da parte del Governo e del Parlamento per farne i protagonisti dello sviluppo e della crescita sostenibile, non di gabbie salariali che ucciderebbero la nostra capacità di agire. Incertezze , contenziosi, involuzione del mercato del lavoro; è questo l’obbiettivo? O non sarà forse quello di far confluire redditi derivanti dalle collaborazioni professionali alla gestione separata INPS ?

Il nostro giudizio è negativo, in quanto siamo di fronte ad un provvedimento, inammissibile ed irrazionale. Ci opporremo con tutta la forza della nostra e delle altre professioni

autore: Ufficio stampa Fnovi

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top