Breaking news

Sei in:

L’evoluzione del dog-sitting “Benvenuti all’asilo per cani”

Attivo a Modena da alcune settimane, permette a padroni indaffarati di affidare i propri amici a quattro zampe alle cure di due esperte. “Così gli animali possono socializzare. E se sono un po’ aggressivi, ci sono le lezioni di educazione”

Per diverse ragioni ogni padrone di cane sogna di essere come Rudy e Anita: con un bel parco a disposizione, una lunga passeggiata pomeridiana con l’amico a quattro zampe (che magari ti fa trovare anche l’amore). Ma la vita reale non è come l’inizio di “La carica dei 101”, dove Pongo e Peggy sono cani felici che possono approfittare del tempo libero dei loro proprietari. La vita vera di chi lavora è fatta di riunioni fissate all’ultimo secondo, il frigorifero da riempire, i colloqui con gli insegnanti dei figli, code in autostrada, il motorino che non parte. E il cane intanto resta a casa, in attesa di sgranchirsi le zampe, con la ciotola che langue e il muso triste incollato alla finestra.

Chi lavora e ama la compagnia degli amici a quattro zampe ha ben poche alternative. Rinunciare ad adottare un cucciolo, perché il lavoro è troppo pesante. Accoglierlo in casa, ma assoldando un dog-sitter che chiederà le chiavi di casa per portare ai giardinetti il cagnolino. Oppure portarlo all’asilo. Un asilo per cani.

A Modena “Villa Drusilla” ha aperto a ridosso del Natale. Il servizio che offre non è una pensione, dove lasciare il cane mentre il padrone è in vacanza due settimane. E non è il dog-sitting, con qualcuno che passa da casa nostra, controlla che sia tutto posto e poi necessariamente lascia da sola la bestiola. Si tratta di un vero e proprio asilo per cani: si accompagna l’amico a quattro zampe nella struttura, lo si affida alla cura delle due socie, Mabel Testoni e Raffaella Ongaro e lo si va a riprendere all’ora di pranzo, o a fine giornata. Nel frattempo, Fido sarà in compagnia di altri cani, potrà giocare, sfruttare il cortile di Villa Drusilla. Imparando a stare a stretto contatto con i suoi simili.

“Crediamo sia una soluzione meno ‘invasiva’ del dog-sitter, di cui ti devi davvero fidare perché gli devi lasciare le chiavi di casa – spiega Raffaella Ongaro – e permette anche di risparmiare: una giornata, dalle 8 alle 19, costa 27 euro, mezza giornata 18 euro”. A Villa Drusilla i cani hanno 120 metri quadrati a disposizione, non ci sono gabbie, e c’è uno spazio dedicato alla toelettatura. “Finora abbiamo avuto anche dieci cani contemporaneamente ma crediamo di poter arrivare a quindici”, come la classe di un asilo vero. “E se qualcuno fa i capricci, sporca o non si comporta bene, gli impartiamo lezioni di ‘educazione’ e al padrone diamo i compiti da fare a casa”. Il cliente tipo? “Solitamente qualcuno che ce lo lascia un giorno alla settimana. Magari per una trasferta di lavoro, o perché ha qualche incombenza imprevista – continua Ongaro – il nostro funziona come un centro diurno: i cani restano in compagnia e si divertono”. E il padrone non ha più l’incubo della riunione all’ora della pappa.

Repubblica.it – 7 marzo 2011

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top