Breaking news

Sei in:

Messaggio Inps. Pensioni dipendenti pubblici, nuovo sistema di pagamenti al via da maggio: le istruzioni

inps2L’Inps, con messaggio 24 marzo 2014, n. 3506 ha comunicato che, a partire dal mese di maggio 2014, le pensioni e le quote di pensione corrisposte in Italia dalle gestioni dei lavoratori pubblici, dello spettacolo e degli sportivi professionisti saranno poste in pagamento con le stesse modalità previste dai contratti stipulati da INPS con Banche e Poste Italiane per il pagamento delle pensioni delle gestioni private e attraverso analogo colloquio telematico bidirezionale con gli Enti pagatori. Si tratta di un’innovazione che segna un passaggio importante nel processo di integrazione delle attività gestionali e che comporta la necessità, da un lato, di interventi organizzativi che assicurino a livello locale un’adeguata assistenza ai pensionati interessati, dall’altro, che gli operatori siano in grado di operare su diversi sistemi informatici, anche secondo modalità diverse da quelle abituali.

I vantaggi, però, sono numerosi: semplificazione amministrativa, attraverso l’unificazione delle procedure di gestione dei pagamenti; rafforzamento delle possibilità di dominio e di monitoraggio dei flussi contabili; possibilità di estendere la procedura di richiesta automatica della restituzione delle rate pagate dopo il decesso del pensionato (RIA) alle pensioni delle gestioni dei lavoratori pubblici e dello spettacolo e degli sportivi professionisti; contributo significativo al processo di integrazione delle competenze e delle attività degli uffici; facilitazione della pianificazione e attivazione di processi di miglioramento della gestione dei pagamenti.

Le pensioni delle gestioni in argomento continueranno ad essere disponibili con la consueta data di valuta: giorno 10 di ciascun mese per le gestioni dello spettacolo e degli sportivi professionisti; giorno 16 di ciascun mese per le gestioni dei lavoratori pubblici; non sono previste, al momento, date di pagamento dedicate alle pensioni di nuova liquidazione.

 Nel caso in cui le date indicate cadano in un giorno festivo o comunque non bancabile, il pagamento è anticipato al primo giorno bancabile utile. Le pensioni saranno pagate con le seguenti modalità: accredito in conto corrente intestato o cointestato al beneficiario; accredito su libretto intestato o cointestato al beneficiario; accredito su carta ricaricabile pagata su circuito bancario munita di IBAN (per le sole pensioni INPDAP); pagamento in contanti allo sportello, nel caso di importi netti inferiori ai 1.000 euro; circolarità postale (per le sole pensioni INPDAP).

Nel Messaggio si ricorda che, per garantire la continuità delle prestazioni, a partire dalla seconda metà dell’anno scorso è stata effettuata, in collaborazione con gli Enti pagatori, banche e Poste Italiane Spa, la verifica della compatibilità fra le modalità di pagamento attualmente in uso per le gestioni dei lavoratori pubblici e dello spettacolo e degli sportivi professionisti e quelle previste dai contratti INPS per il pagamento in Italia, con conseguente invio delle lettere di richiesta di integrazione o correzione delle informazioni.

Rimangono da porre in essere, con la massima priorità al fine di evitare disagi all’Utenza, le attività a cura delle sedi territoriali: variazione dei dati di pagamento; accesso alla procedura “Variazione Ufficio Pagatore”; variazione dati anagrafici. Infine, per evitare plurimi pagamenti relativi allo stesso mese, gli operatori delle strutture territoriali non dovranno più utilizzare le procedure in uso sui sistemi GPPWEB e SIN (ex- Inpdap) e SIA (ex-Enpals) per la riemissione delle rate di pensione, da pagare in Italia, emesse a partire da maggio 2014 con le modalità descritte nel Messaggio. Si segnala che la riemissione può essere effettuata esclusivamente dalla struttura che ha in carico la prestazione e alla quale è conseguentemente attribuita la gestione contabile. Pertanto, la segnalazione effettuata dall’interessato ad una struttura diversa da quella di gestione della prestazione deve essere immediatamente trasmessa alla sede competente, che deve provvedere con le modalità in uso per le pensioni delle gestioni private.

Fonte: fiscopiu.it – 27 marzo2014

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top