Sei in:

Molluschi bivalvi, un portale web sullo stato sanitario degli ambiti di monitoraggio nella Regione del Veneto

Con una produzione che sfiora le 150.000 tonnellate, l’Italia è il terzo produttore in Europa di molluschi bivalvi: cozze, vongole, ostriche, fasolari, cannolicchi e molte alte specie ancora. Nel territorio della Regione del Veneto è concentrato il 40% della produzione nazionale, dislocata sia in ambito lagunare sia in mare, con un fatturato pari a circa 100 milioni di euro e circa 4.000 addetti impiegati nel settore.

I molluschi bivalvi vivi destinati al consumo umano possono essere raccolti esclusivamente da aree definite, geograficamente delimitate e classificate dall’autorità competente sanitaria, secondo quanto previsto dal Regolamento UE 627/2019. Nella Regione del Veneto tali aree sono denominate ambiti di monitoraggio per la produzione dei molluschi bivalvi (zone di produzione e/o stabulazione).

I molluschi bivalvi crescono infatti concentrando sostanze organiche disciolte nell’acqua, principalmente fitoplancton, ma anche sostanze che possono essere nocive per l’uomo: è chiaro quindi che la salubrità dei molluschi bivalvi dipende dalla qualità dell’acqua delle aree di produzione.

Il portale “Ambiti bivalvi Veneto”

Grazie al nuovo portale web ambiti-bivalvi-veneto.izsvenezie.it, realizzato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe), è possibile avere un costante aggiornamento sullo stato sanitario degli ambiti di monitoraggio dei molluschi bivalvi in Veneto, e consultare i provvedimenti di restrizione alla pesca/raccolta in atto a seguito del riscontro nel corso del monitoraggio effettuato dall’autorità competente di un’eventuale non conformità del prodotto rispetto ai requisiti sanitari stabiliti dalla normativa vigente.

Nel portale sono presenti inoltre un archivio dei provvedimenti adottati in passato dalle autorità competenti e ulteriori informazioni di approfondimento sui molluschi bivalvi allevati e pescati in Veneto, così come sul sistema di controllo e commercializzazione degli stessi.

Il progetto

Il portale è stato realizzato all’interno del progetto “Applicazione di programmi di prerequisiti sanitari nella filiera molluschicola: coinvolgimento del comparto produttivo nella messa a punto di un sistema informativo per la visualizzazione dello stato sanitario delle zone di produzione dei molluschi bivalvi nella Regione Veneto”, finanziato – nell’ambito di attuazione della Strategia di Sviluppo Locale di tipo partecipativo del FLAG Veneziano “Promuovere lo sviluppo dell’economia marittima e lagunare della costa veneziana”, bando per l’Azione 4 Valorizzazione delle produzioni marine per la riqualificazione del settore – Sub Azione 4 “Messa a punto di un sistema di autocontrollo sanitario” – dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP 2014-2020) in applicazione del Reg. (UE) n. 508/2014.

Ideato in fase iniziale per un’applicazione alla sola area di competenza del FLAG, il progetto è stato poi esteso a tutta la Regione del Veneto.

Vai al portale Ambiti bivalvi Veneto »

fonte IZSVE

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top