Breaking news

Sei in:

Mosche, zanzare e zecche uccidono 700 mila persone l’anno. L’Oms: a rischio l’80% della popolazione mondiale per infezioni provocate da insetti

di Cristina Marrone. Dal Corriere della Sera. Ogni anno zanzare, mosche e zecche con le malattie che trasmettono attraverso le loro punture uccidono oltre 700 mila persone nel mondo. Oltre l’80% della popolazione mondiale è oggi a rischio di contrarre un’infezione da insetti, il 40% anche due o più malattie. Zanzare, mosche e zecche possono trasmettere infezioni, come malaria, filariosi linfatica, leishmania, malattia di Chagas, di Lyme ed encefalite. Per farvi fronte l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deciso di mettere tra le sue priorità il controllo degli insetti, con un Piano di risposta globale e obiettivi da raggiungere entro il 2030.

Le popolazioni che più rischiano di contrarre le malattie da insetto sono quelle che vivono in povertà nelle aree tropicali e subtropicali. La rapida urbanizzazione senza controllo, l’aumento di viaggi e commerci internazionali, la modifica dell’agricoltura e i cambiamenti ambientali hanno fatto aumentare la diffusione di questi insetti, mettendo a rischio sempre più persone. L’obiettivo del piano Oms è riallineare i programmi di controllo degli insetti nei vari paesi, con l’aiuto dei progressi tecnici raggiunti negli anni, le migliori infrastrutture, monitoraggio e sistemi di sorveglianza rinforzati ed un maggiore coinvolgimento della comunità.

L’obiettivo: ridurre la mortalità del 75%

«Stiamo assistendo ad una ricomparsa sempre più marcata di malattie emergenti e riemergenti, che il mondo non è preparato ad affrontare», ha detto Margaret Chan, direttore uscente dell’Oms, all’ultima assemblea mondiale della salute. La diffusione di Zika, la ricomparsa della dengue e la minaccia emergente della chikungunya «sono il risultato di politiche di controllo deboli delle zanzare dagli anni ‘70 ad oggi. Gli sforzi e i fondi spesi per il controllo degli insetti si sono ridotti parecchio», ha rilevato Chan. Il piano dell’Oms vuole ridurre la mortalità per le malattie da insetto del 75% e l’incidenza del 60% entro il 2030, per prevenire epidemie in tutti i paesi, arrivando ad un investimento modesto di circa 5 centesimi di dollari a persona (pari a 330 milioni di dollari globalmente), contro 1 centesimo a persona speso ora.

Il film «Mosquito»

Sul tema delle malattie infettive trasmesse dalle zanzare, sempre più diffuse in tutto il mondo, è in uscita il prossimo 6 luglio su Discovery Channel (Sky canale 401 in HD e su Discovery Channel+1 – canale 402) il film documentario «Mosquito». Il tema del film è la crescente minaccia globale che questo insetto, tanto minuscolo quanto pericoloso, sta causando, ed evidenzia in modo emblematico i rischi che corrono le popolazioni. Senza uno sforzo coordinato di tutti, una pandemia storica potrebbe mettere miliardi di persone a rischio di infezioni mortali. Ora l’Oms, viste le malattie che si stanno diffondendo ormai ovunque, ha deciso di intervenire in modo massiccio.

Il Corriere della Sera – 7 giugno 2017

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top