Breaking news

Sei in:

Nel Modenese una donna muore sbranata dai suoi due cani Rottweiler. Li chiamava “i miei leoni”, a febbraio un’altra aggressione

Tragedia nel giorno di Natale a Concordia sulla Secchia, nel Modenese, dove Iolanda Besutti, una pensionata di 68 anni, è morta dopo essere stata aggredita dai suoi due cani Rottweiler che l’hanno morsa alla testa e a un braccio. Secondo quanto riporta la stampa locale, la donna sarebbe stata attaccata nel giardino di casa. Le condizioni della donna sono apparse subito critiche ed è stata trasportata in codice rosso all’ospedale di Baggiovara, ma è deceduta durante il trasporto.

A dare l’allarme è stata la figlia della donna: “Credo che mamma andasse a portare il fieno ai cavalli – racconta al Resto del Carlino –. Deve essere successo tutto nel giro di dieci minuti. E’ uno strazio, stavamo preparando il pranzo di Natale. Quando sono uscita mi sono accorta dopo un po’ che era a terra, i cani vicino a lei. Ho visto una pozza di sangue e lei mi ha detto “Non respiro”, quindi ho chiamato subito il 118. Una tragedia inspiegabile

Ignote le cause, ma a febbraio aggredirono il giardiniere
I due cani, di uno e quattro anni, appartenevano alla donna e al marito. Su Facebook ne ha pubblicato delle foto, in una li si vede dormire e la donna scrive: “I miei due leoni”.

Non sono ancora chiare le cause che possono aver scatenato l’aggressione e la polizia sta indagando. Di certo questa non sarebbe stato il primo episodio di aggressione da parte dei due animali: lo scorso febbraio i due cani avrebbero aggredito un giardiniere di 59 anni, provocandogli profonde ferite a gambe e braccia. L’uomo stava lavorando con il cognato nel giardino della coppia per potare una siepe quando i due cani sono sfuggiti al controllo del proprietario e si sono avventati sul giardiniere che ha cercato di difenderesi parandosi con le braccia dai morsi diretti al volto. Soccorso e portato in ospedale, l’uomo ha dovuto poi dovuto affrontare due interventi chirurgici per rimediare alle lacerazioni di tendini e muscoli e salvare l’utilizzo degli arti: un primo intervento al braccio sinistro durato sei ore e l’altro, al destro, proseguito per altre tre. La dentatura dei cani ha lasciato segni profondi anche su gambe e cosce. I cani regolarmente vaccinati e con microchip, non sono mai stati sottoposti a sequestro.  Secondo la stampa locale, la stessa donna sarebbe già stata aggredita una volta dagli stessi Rottweiler.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top